Dieta iposodica: come dimagrire senza il sale

La dieta iposodica aiuta a perdere peso e dimagrire riducendo o eliminando il sale dai vari alimenti che lo contengono.

Il sale dà sapore ai vari alimenti e alle pietanze che si consumano, ma è dannoso in quanto causa della cellulite e della ritenzione idrica. Si può dimagrire senza usare il sale seguendo la dieta iposodica. Vediamo come impostarla e quali alimenti consumare per il benessere del fisico.

Dieta iposodica

Si chiama in questo modo in quanto è un regime alimentare privo di sodio e, quindi, di sale. Seguire la dieta iposodica significa riuscire a perdere fino a 3 kg in una settimana. Un regime adatto soprattutto a chi soffre d’ipertensione, vuole combattere la cellulite, un inestetismo terribile per ogni donna e indicata a coloro che vogliono drenare i liquidi in eccesso. L’organismo ha bisogno di appena un grammo e mezzo di sodio ogni giorno.

In base ad alcune ricerche che sono state effettuate, un italiano medio tende a consumare dai 10 ai 12 grammi di sale al giorno che corrispondono a circa 4 grammi di sodio. L’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia di consumarne soltanto 5 grammi ogni giorno che corrispondono a circa 2 grammi di sodio limitandone il consumo e la quantità a circa un cucchiaino da tè tutti i giorni.

Se si riesce a limitare la quantità di sale, la dieta iposodica permette di dimagrire e perdere peso, oltre a trarre una serie di benefici dal punto di vista della salute, dal momento che anche i valori della pressione tendono a scendere. Una dieta in cui non bisogna soltanto limitare l’uso del sale in cucina nella preparazione dei vari piatti, ma anche cercare di evitare tutti quegli alimenti che ne contengono in maniera eccessiva.

Per questa ragione, bisogna anche evitare i sughi confezionati, le varie salse come la mostarda e la senape, ma anche i dadi. Al posto del sale, nella dieta iposodica, è consigliato usare erbe aromatiche come menta e rosmarino oppure spezie quali curcuma e piperina che aiutano a perdere peso.

Dieta iposodica: come seguirla

Per seguire la dieta iposodica bisogna, prima di tutto, consultare un esperto in modo da capire se è uno stile alimentare adatto. Inoltre, è molto importante cercare di conoscere il contenuto di sodio nei vari alimenti per accertarsi quali siano quelli da consumare e gli altri da evitare. I salumi e i formaggi, così come tantissimi prodotti da forno e le carni conservate, contengono tantissime quantità di sodio.

Per seguire la dieta iposodica è fondamentale limitare o addirittura eliminare i salumi e gli insaccati. No a condimenti come dadi e salsa di soia, ma preferire olio extravergine d’oliva o succo di limone per condire l’insalata o altri piatti. Si consiglia il consumo di cibi freschi evitando quelli in scatola proprio per l’alta percentuale di sodio al loro interno.

No alle fritture, ma meglio optare per cotture alla griglia o al vapore. Bere tantissima acqua a patto che sia a basso contenuto di sodio consumare tantissima frutta e verdura, preferibilmente di stagione. Nella dieta iposodica ci sono alcuni alimenti che è possibile consumare, come le uova bollite o in camicia.

Per quanto riguarda la carne, va bene qualsiasi tipo: dal pollo al tacchino, passando per il vitello, cavallo, ecc. Ottimo lo yogurt magro, la ricotta e la mozzarella. Per il pesce, si consiglia merluzzo, nasello oppure orata, ma anche la trota. Si consiglia di consumare pane senza sale e prodotti iposodici.

Ecco un esempio di menù di dieta iposodica che comprende i tre pasti principali + gli spuntini della mattina e del pomeriggio:

  • Colazione: si può scegliere tra caffè d’orzo, fette biscottate o yogurt magro
  • Spuntino di metà mattina e pomeriggio: frutta sia cruda che cotta
  • Pranzo: minestrone o riso con legumi oppure della carne o il pesce insieme a una insalata
  • Cena: minestra di verdura, insalata mista e una porzione di frutta.

Il miglior integratore da abbinare

Per apportare maggiori benefici che siano duraturi alla dieta iposodica, gli esperti consigliano di coadiuvare il processo di dimagrimento abbinandolo con un integratore. Il migliore, in base al parere di professionisti e consumatori, come testimoniano anche le recensioni, è sicuramente Piperina & Curcuma Plus, un prodotto made in Italy.

Un integratore dimagrante a base naturale notificato anche dal Ministero della Salute proprio per la sua efficacia e i benefici che dona. Un prodotto del genere brucia le calorie stimolando il metabolismo, sazia riducendo il senso di fame, depura l’organismo grazie alle sue proprietà e mantiene la forma per diverso tempo. ,Per chi volesse saperne di più, è possibile cliccare qui o sulla seguente immagine -

Piperina & Curcuma Plus è consigliato per chi vuole dimagrire in modo sano e senza troppe rinunce. Possono assumerlo tutti, tranne le donne in gravidanza e coloro che hanno problemi a livello gastrointestinale. Molto facile d’assumere perché basta prenderne una compressa prima dei pasti con un bicchiere abbondante d’acqua in modo da cominciare a ottenere i primi importanti risultati.

Un integratore che funziona, anche perché al suo interno si trovano componenti naturali che non hanno controindicazioni o effetti collaterali, tra cui si trovano:

  • Piperina: presente nel pepe nero a cui dona un sapore forte, che stimola il processo metabolico aiutando a perdere peso rapidamente
  • Curcuma: una spezia nota anche come lo zafferano delle Indie, si usa nella cucina orientale, ha proprietà depurative e disintossicanti dal momento che elimina le scorie e le tossine in eccesso
  • Silicio Colloidale: non molto conosciuto, ma aumenta le prestazioni degli altri due ingredienti, oltre a fornire protezione a intestino, ossa e pelle.

Un prodotto che non è acquistabile nei siti di e-commerce o negozi fisici, ma bisogna collegarsi al sito ufficiale del prodotto, compilare il modulo con i dati personali, inviare l’ordine e attendere la chiamata dell’operatore per la conferma. In vendita al costo promozionale di 49€ invece di 196 per 4 confezioni e la spedizione gratis. Per il pagamento, il consumatore può scegliere tra Paypal, carta di credito oppure in contrassegno, ovvero in contanti direttamente al corriere al ritiro della merce.

Scritto da Simona Bernini
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Sovrappeso: rischi e come combatterlo con la dieta chetogenica e i prodotti di vexi.it

Chi è Domenico Isoardi: biografia e curiosità sul fratello di Elisa

Leggi anche
  • perdere pesoPerdere peso dopo Pasqua: consigli e rimedi

    Per perdere peso dopo Pasqua bisogna stare attenti all’alimentazione e consumare alimenti che siano sani e che aiutino a dimagrire.

  • dieta di aprileDieta di aprile: come prepararsi alla prova costume

    La dieta di aprile permette di arrivare in forma all’appuntamento con l’estate e la prova costume, così temuta.

  • dieta GalvestonDieta dopo Pasqua: come dimagrire dopo le feste

    La dieta dopo pasqua elimina i chili in eccesso in seguito alle abbuffate permettendo di tornare in forma.

  • dieta prima di pasquaDieta prima di Pasqua: come prepararsi alle feste

    La dieta prima di Pasqua aiuta a perdere i grassi e il peso approfittando di alimenti sani e adatti.

Contents.media