Chi era Constantin Brancusi: storia dello scultore

Constantin Brancusi ha realizzato alcune delle più grandi sculture del XX secolo.

Esposto nei più importanti musei d’arte contemporanea di New York, Parigi e Venezia è oggi riconosciuto come uno dei maggiori esponenti dello secolo scorso. Scopriamo la storia di Constantin Brancusi.

Chi era Constantin Brancusi

Constantin Brancusi (Pestisani, 19 febbraio 1876 – Parigi, 16 marzo 1957) è stato uno scultore rumeno.

Nasce e cresce in Romania con i genitori Nicolae e Maria che gli permettono di sviluppare la sua passione per l’arte. Si iscrive da molto giovane alla Scuola di Arte e mestieri di Craiova e successivamente all’Accademia di Bucarest dove comprende che questo percorso scolastico non fa per lui.

chi era constantin brancusi

Decide quindi di partire e si trasferisce dunque a Vienna, poi a Monaco e infine a Parigi dove ha la possibilità di conoscere i più grandi colleghi del tempo. Stringe forti amicizie con esponenti come Modigliani e Duchamp con cui espone in numerose mostre internazionali.

La prima esposizione e l’inizio della carriera

Arrivato a Parigi infatti inizia a subire le influenze delle correnti nascenti e inizia a trovare la sua vera identità.

Nel suo modo di approcciarsi alla scultura possiamo osservare una netta preferenza verso il materiale grezzo in cui i segni del modellato siano un tratto caratteristico delle sue opere.

chi era constantin brancusi

Espone nella capitale francese alcune sue opere al Salon d’Automne: “Orgoglio”, “Busto di un bambino”. Di quest’ultima scultura si ricorda la particolarità del modo di modellare scelto. Infatti decide di concludere solo una delle spalle del bambino, quella visibile all’osservatore. Mostra così particolare attenzione verso il gioco di luci e ombre che vengono a crearsi sulla superficie dell’opera.

I Gruppi Mobili e il Parco di Targu Jiu

Tra le sue opere più note devono essere menzionate quelle raccolte nei cosiddetti “Gruppi Mobili” e quella lasciata nel suo paese d’origine nel Parco di Targu Jiu. Del primo progetto osserviamo la volontà di unire sculture di diversi materiali tra cui marmo, bronzo e legno. Queste vengono esposte nei più grandi musei d’arte contemporanea del mondo e sono l’effetto dell’influenza dei dadaisti.

chi era constantin brancusi

L’opera più importante però è sicuramente quella che ha regalato alla sua terra. Si tratta di un complesso di tavoli e sedie raccolte nel nome “La mensa del silenzio” che si sviluppa in un viale del parco e trova conclusione con la fine di questo attraverso la “Porta del bacio”.

Scritto da Alessandra Coman
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Penelope Cruz cambia look: dai capelli lunghi ad un long bob

Chi era Carmelo Bene: vita dell’attore italiano

Leggi anche
  • Alessandra Galloni chi èChi è Alessandra Galloni, la prima donna alla guida della Reuters

    In 170 anni di storia a guida maschile, l’agenzia di stampa Reuters avrà da fine aprile una direttrice: Alessandra Galloni.

  • rupert everett chi èChi è Rupert Everett: tutto sull’attore britannico

    Le curiosità e la vita privata dell’attore Rupert Everett, l’uomo che ha ispirato le fattezze di Dylan Dog.

  • inventing anna netflix quando esceInventing Anna, la serie tv su Netflix: trama, cast e quando esce

    La nuova serie tv di Netflix, Inventing Anna di Shonda Rhimes si ispira a fatti realmente accaduti: di seguito trama, cast e quando esce.

  • Chi era Jean-Paul SartreChi era Jean-Paul Sartre: vita del grande scrittore e filosofo

    Jean-Paul Sartre è stata una delle menti più brillanti del secolo scorso. Scopriamo la vita del filosofo, scrittore e cittadino attivo francese.

Contents.media