Come vestirsi in montagna: il guardaroba perfetto per l’estate

Sempre più persone decidono di trascorrere le vacanze estive in montagna: ecco alcuni consigli su quali indumenti portare in valigia.

Se fino a qualche anno fa le vacanze estive si trascorrevano quasi esclusivamente al mare, oggi c’è chi sceglie di rilassarsi e fuggire qualche giorno al fresco tra i monti. Ecco quindi alcuni consigli su come vestirsi in montagna per non portare in valigia indumenti non necessari.

Come vestirsi in montagna: i consigli

Il binomio vacanza-mare è ormai superato. Negli ultimi anni sempre più persone decidono di trascorrere le ferie estive lontano dalla città e dalle spiagge popolate, andando a rifugiarsi nel fresco delle montagne.

L’estate può essere il periodo perfetto per concedersi escursioni e gite in alta quota, godendo dei paesaggi incantanti che solo le montagne sanno regalare. Le temperature estive sono però imprevedibile, può capitare di uscire la mattina sotto al sole e ritrovarsi sotto a un acquazzone dopo poche ore.

Ecco perché è fondamentale sapere prima di partire quali sono gli indumenti adatti e indispensabili per trascorrere delle vacanze perfette tra i monti.

L’abbigliamento da mettere in valigia deve innanzitutto essere comodo e vario, comprendente sia magliette e pantaloni estivi, che capi più pesanti. Soprattutto se si decide di trascorrere le giornate tra boschi e sentieri facendo sport e passeggiate non devono mai mancare scarpe super comode, felpe e giacche.

Come vestirsi montagna

Cosa mettere in valigia

Ci sono alcuni capi indispensabili da mettere in valigia per poter rendere il soggiorno in montagna perfetto.

Giacca impermeabile: la prima cosa da mettere in valigia quando si parte per andare in montagna è una giacca impermeabile.

Ad alta quota infatti sono molto frequenti i rovesci improvvisi. Capita spesso quindi che durante una passeggiata il cielo si rannuvoli improvvisamente e si venga colpiti da un acquazzone. Una giacca impermeabile con cappuccio è quindi indispensabile per ripararsi dalla pioggia.

Felpa con zip: anche la temperatura ad alta quota è soggetta a cambi repentini. Inoltre, la mattina e la sera ci sono molti gradi in meno rispetto al giorno ed è quindi necessario avere sempre con sé una felpa. Per comodità se ne può scegliere una con la zip, in modo da poterla indossare e togliere molto velocemente.

Scarpe comode: ai piedi servono necessariamente delle scarpe comode, meglio ancora se da trekking e con suola antiscivolo. Lasciare quindi nella scarpiera di casa sandali, infradito e calzature con i tacchi. Sarebbe meglio non indossare scarpe appena comprate, ma già rodate, in quanto il piede se non è abituato alla calzatura può essere soggetto a vesciche.

Pantaloni lunghi: pantaloni lunghi, comodi e di un tessuto pesante sono indispensabili per passeggiare tra i boschi senza rischiare di pungersi le gambe con rami e rovi. Se non si possiedono pantaloni sportivi, vanno bene anche dei jeans che arrivano sino alla caviglia.

Cappello: il cappello sia nelle giornate di sole che in quelle di vento è assolutamente necessario. Meglio optare per un modello pratico, con la visiera per proteggere anche il viso. Per proteggere maggiormente il viso si possono indossare anche degli occhiali da sole, senza dimenticare la protezione solare.

Scritto da Chiara Caporale
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Jeans bianco, come abbinarlo: consigli per look perfetti

Nuance di blu: il colore di tendenza da indossare per l’estate 2020

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.