Come disinfettare il bucato in lavatrice: consigli e rimedi naturali

Fare il bucato ed ottenere capi puliti ed igienizzati senza avere a disposizione detersivi chimici è possibile: come disinfettarlo in lavatrice?

Disinfettare il bucato in lavatrice è ‘cosa buona e giusta’, non solo in questo delicato periodo legato all’emergenza Coronavirus. Se non abbiamo a portata di mano i classici detersivi chimici, possiamo optare per i cari e vecchi rimedi naturali. Questi, oltre a non essere aggressivi e dannosi per l’ambiente, ci consentono di ottenere gli stessi risultati, se non migliori della candeggina.

Come disinfettare il bucato in lavatrice

Fare il bucato ed ottenere capi puliti e igienizzati senza avere a disposizione detersivi chimici si può. Ci sono alcuni rimedi naturali, gli stessi che utilizzavano le nostre nonne, che sono a dir poco miracolosi. Questi non solo disinfettano gli indumenti, ma riescono perfino a rimuovere le macchie più ostinate. Come se non bastasse, optando per detersivi ‘fai da te’ aiuteremo l’ambiente ed eviteremo fastidiose allergie e dermatiti.

Advertisements

Considerando che l’emergenza Coronavirus ci costringe a stare in casa, abbiamo molto tempo a disposizione per testare il prodotto ‘eco’ che fa più per noi. Il Covid19, stando ad alcuni studi, ha la capacità di sopravvivere fino a tre giorni sulle superfici. Quindi, anche l’igenizzazione del bucato gioca un ruolo fondamentale per cercare di contrastare la diffusione del virus.

Aceto: un alleato miracoloso

Come per altre ‘questioni’ igieniche, in una casa non dovrebbe mai mancare una scorta di aceto.

Oltre ad essere un ottimo disinfettante riesce anche a rimuovere le macchie più ostinate. Vi basterà unire mezza tazza di aceto al normale detersivo che utilizzate per il bucato e otterrete un risultato sorprendente. Colori più intensi e brillanti, capi igenizzati e, ciliegina sulla torta, anche privi di odori forti. Se non avete a disposizione l’aceto, potete optare per il bicarbonato di sodio. Aggiungendone due cucchiai all’acqua avrete un potente mix igenizzante.

Unica accortezza: non utilizzarlo mai insieme all’aceto perché si inattiverebbero a vicenda.

Acqua e limone

Un mix di acqua e limone non è perfetto solo per il benessere fisico, ma anche per quello del nostro bucato. Il limone ha un grande potere disinfettante e, unito all’acqua, può essere utilizzato anche sui tessuti più delicati come lana e seta. I capi usciranno dalla lavatrice morbidi e luminosi.

Olio essenziale tree tea

Un ottimo alleato, che non tutti ancora utilizzano e hanno in casa, è l’olio essenzale tree tea. Ha proprietà antibatteriche, antimicotiche e antiodore. Insomma, è perfetto per igienizzare e profumare il bucato. Per creare un buon disinfettante naturale dovrete aggiungerne un cucchiaio a una bottiglia da un litro di alcol bianco per liquore e lasciare a riposare il tutto per una settimana. Unica accortezza: il mix deve essere lasciato in una bottiglia scura. Per ottenere un buon risultato vi basterà aggiungerne 1-2 cucchiai ogni 5 chili di bucato.


Una buona igiene: consigli

Quando si preparano i panni da mettere in lavatrice si dovrebbero seguire sempre delle regole, non solo ora che siamo in emergenza Coronavirus. Innanzitutto non vanno mai mischiati indumenti molto sporchi con altri che non lo sono, così come gli stessi non andrebbero mai conservati in un unico cesto. Maggiori accortezze, inoltre, meritano i vesititini dei neonati e gli abiti di quanti soffrono di allergie. Le lavatrici di ultima generazione hanno un ciclo che si chiama “Sanitary” che è perfetto. Questo lavaggio ‘igenizzante’ mantiene la temperatura sopra gli 80° per 10 minuti, riducendo così la carica batterica presente sugli abiti. Fate attenzione a controllare le targhette dei vestiti: se non volete veder andare in brandelli il vostro maglioncino preferito attenetevi sempre alle indicazioni.

Ultime due accortezze da non dimenticare riguardano la stesura e il ritiro del bucato. Gli abiti vanno sempre stesi al termine del ciclo di lavaggio. Lasciarli all’interno della lavatrice, infatti, contribuisce la proliferazione di germi e batteri. Ragionamento molto simile per il ritiro. I panni vanno rimessi al loro posto appena asciutti e non lasciati giorni e giorni sullo stenditoio. Così facendo, i nostri bei vestiti puliti e igenizzati diventerebbero il luogo migliore per il deposito di polveri e agenti inquinanti.

Scritto da Fabrizia Volponi
Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Come aumentare il seno con metodi casalinghi

Smart working: come creare una comoda postazione di lavoro a casa

Leggi anche
  • trapunta matrimonialeTrapunta matrimoniale: i modelli e quale scegliere

    La trapunta matrimoniale è disponibile in vari modelli e aiuta a stare al caldo.

  • scarpiereScarpiere: i modelli e dove acquistare

    Le scarpiere permettono di tenere in ordine e ben organizzate tutte le vostre scarpe.

  • Bombole GPLBombole GPL in casa: ecco perché sono sicure

    É possibile usufruire delle bombole a gas GPL in casa in piena sicurezza, sfruttando i vantaggi dell’utilizzo di energia pulita. 

  • 
    Loading...
  • Mensole di deisgnLe mensole di design: quattro tipologie per arredare con gusto la tua casa

    Le mensole di design sono un articolo utile ed elegante per arredare la propria casa. Sempre più apprezzate quelle in acciaio.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.