Clooney e la Canalis in versione Brangelina (e una comunicazione di servizio)

Mentre questa foto ci introduce alla prossima edizione degli Oscar, pubblico una veloce comunicazione di servizio.

Dalla prossima settimana e per tutta la vita (ma anche dopo, sto programmando post postumi da diversi anni) cambieranno le abitudine qui su Tele dico io.

Non troverete "articoli" mattutini, salvo rari casi, ma "articoli" serali.

Cosa vuol dire?
Eh, che pubblicherò i post nel corso della sera e non di mattina.
'Mazza che notizia, ci saranno vantaggi?
Bò, diciamo che spesso capiterà di commentare in diretta ciò che stiamo vedendo in tv.
Cosa me ne frega a me?
Niente, ma ti avvertivo per non crearti scompensi mattutini dovuti all'assenza di un post cruciale per l'intera umanità.

E perchè questo cambiamento di orario?
Piccoli stravolgimenti nella vita lavorativa.
E perchè stravolgimenti?
Un ciufolino di cazzacci tuoi?
Come ti permetti?
Scusa. Niente, cambio azienda e devo adattarmi a nuovi orari.
Ma leggerai i commenti nel corso della giornata?
Eccerto, ci mancherebbe.
E risponderai?
Quando potrò volentieri.
Penserai a me?
Sempre, nelle ore notturne in particolar modo.
Anche se sono un cesso e sono antipatica?
Eh… vabbè.
E se sono uomo?
Magari meno intensamente, ma ti penserò comunque
.

Ti ho chiesto di pensarmi?
Sì, poche righe sopra.
Ti sei sbagliato.
Allora scusa.
E sarai al passo con l'attualità o scriverai stronzate senza senso tutto l'anno?
No, seguirò l'attualità. Soprattutto quella serale. E parlando di tv direi che è l'ideale.
E le stronzate che hai scritto in questo post?
Vabbè un è post "comunicazione di servizio", cosa dovevo scrivere?
Sei un pippa.

Detto questo la Laguna non sarà mai più la stessa. Un Clooney che si presenta assieme alla Canalis genera fastidiosi pruriti, proprio in vista dei prossimi impegni hollywoodiani dell'attore: dall'Italia agli Usa il passo sarà breve.
Sfiorita la possibilità di superare i confini con le eccellenti produzioni cinematografiche italiane la nostra Elisabetta lo farà sicuramente con George. E il peso di questa migrazione sarà pesante. No, noi non perderemo un cervello patrimonio del Paese, ma quel volto da ex Velina ricomparirà qui in Italia sotto forma di maxi schermo in una multisala.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
Contents.media