Bugiardi cronici: 5 segni per imparare a riconoscerli

Vi è mai capitato di avere a che fare con degli individui palesemente bugiardi, ma non riuscire a capire se vi siano davvero mentendo o meno?

Vi è mai capitato di avere a che fare con degli individui palesemente bugiardi, ma non riuscire a capire se vi stiano davvero mentendo o meno? Quando una persona mente cerca di fare il possibile affinché i suoi segreti non vengano a galla. Inoltre se un soggetto mente una volta, è possibile che sia recidivo e che lo faccia spesso anche in futuro.

Oggi vi proponiamo un articolo per scoprire come riconoscere se la persona che abbiamo davanti stia mentendo o meno. Basta tenere a mente cinque segni importanti e saprete, senza ombra di dubbio, se colui che vi sta accanto non è una persona sincera.

5 modi per riconoscerli

A volte si è costretti a essere bugiardi per non raccontare una verità scomoda o per evitare di far scoprire a chi ci sta intorno una notizia spiacevole.

Tuttavia, esistono alcuni soggetti bugiardi che amano divertirsi a raccontare fandonie, convinti che non verranno mai scoperti. Ci sono 5 segnali però che ci aiutano a riconoscerli e smascherarli.

Enfasi sull’onestà

Di solito, quando una persona sta mentendo tende, a raccontare un fatto enfatizzando in maniera vistosa la sua onestà. In particolare, accompagna la narrazione con frasi del tipo Sono molto sincero con te oppure Giuro che ti sto raccontando la verità.

Ciò si verifica in quanto colui che mente cerca di auto convincersi e convincere il suo interlocutore della bontà delle sue parole.

Generalizzazioni

Diffidate sempre di coloro che vi dicono Io faccio sempre così o anche Una cosa del genere non l’avrei mai fatta. Si tratta di generalizzazioni molto usate soprattutto dai bugiardi cronici. Ciò in quanto esistono delle azioni che sono normali da compiere e, chi prova a negare questo, lo fa perché evidentemente sta raccontando una menzogna.

Storie molto dettagliate

I bugiardi hanno la fobia di essere smascherati da qualcuno. Dunque per evitare che ciò accada, ricorrono sempre a storie molto ricche di dettagli quando devono nascondere la verità. Tendenzialmente si tratta di persone che quando mentono sanno bene l’ora in cui si è verificato il fatto oppure quali vestiti indossavano in quel momento. Particolari precisi che spesso sono l’ennesimo tentativo di celare una realtà ben diversa.

Evita la parola “io” nel racconto

Spesso i bugiardi non amano essere coinvolti all’interno della storia. Ecco allora che utilizzano sostantivi come lui, lei, noi al posto di io. Parlare in prima persona significherebbe un modo per cadere nella loro stessa trappola.

Secondo uno studio condotto nell’Università del Texas, i bugiardi cercano sempre di evitare di dire la parola io. Inoltre tali soggetti non dicono mai anche altre parole come ma ed eccetto. Al contrario usano spesso delle esclamazioni tipo odio, inutile, arrabbiato o triste.

Risposte brevi e giustificazioni

Provate a chiedere una piccola e semplice spiegazione a un soggetto che vi sta mentendo. Immediatamente cercherà di difendersi con forza e in modo anche impetuoso. In particolare cercherà di giustificare le sue azioni affermando che ciò che ha fatto era convinto di farlo in buona fede e con la coscienza a posto. I bugiardi ricorrono spesso anche a risposte brevi e coincise, per evitare di allungare troppo il discorso o evitare eventuali complicazioni a loro danno.

Ecco dunque alcuni segni davvero efficienti per capire concretamente se chi abbiamo davanti ci stia mentendo o meno. Potete iniziare da subito: seguendo i nostri consigli potrete facilmente smascherare un falso amico o un fidanzato che rientra troppo spesso tardi la sera o ancora i vostri figli che tornano a casa dicendo di essere stati con i loro amici. Mi raccomando prestate sempre attenzione a ciò che dice chi vi sta intorno.

Una volta preso atto di avere a che fare con dei bugiardi, cercate di affrontare tali soggetti a mente lucida, spiegando che avete capito i loro inganni. Qualora si dimostrassero pentiti, allora cercate di recuperare il legame che vi unisce. In caso contrario, non fatevi problemi a proseguire la vostra strada pur perdendo queste persone: meglio un bugiardo in meno che una persona falsa nella vostra vita in più.

Scritto da style24redazione
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Hangover: perché dopo i 25 anni è sempre peggio?

Cristiano Ronaldo: l’asso del Real Madrid

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.