Borotalco: quali sono i suoi sostituti naturali

Il borotalco può essere sostituito da molti altri ingredienti naturali che danno gli stessi risultati: l'amido di mais è uno di questi.

Il talco è sempre stato usato, soprattutto in passato, per l’igiene e la cosmesi di bambini e adulti, per profumare e togliere l’umidità da alcune parti del corpo. Qualche anno fa si sono sollevate polemiche circa la possibilità del talco di essere cancerogeno, come può essere sostituito con altri ingredienti del tutto naturali?

Sostituti naturali del borotalco

Qualche anno fa è emersa una possibile cancerogenicità del talco a seguito di una sentenza che condannava la Johnson & Johnson a pagare un risarcimento milionario a donne che si sono ammalate di tumore. Il fatto ha indotto successivamente molte aziende produttrici a cambiare i loro ingredienti, nonostante la reale pericolosità del talco non abbia ancora un riscontro certo da parte della scienza. In ogni caso, forse non sapevi che esistono molti ingredienti che possono sostituire il borotalco perché hanno i suoi stessi risultati in termini di assorbenza ma sono completamente naturali.

L’amido di riso

L’Oryza Sativa è una sostanza dalle proprietà lenitive, antiarrossanti e assorbenti e la si può trovare sotto forma di scaglie o di polvere. Lo si può usare sia nella detersione, perché è utile in caso di pelle irritata, sia al posto del borotalco per asciugare gli eccessi di umidità sulla pelle e per contrastare fenomeni di iperidrosi. L’amido di riso può essere acquistato in erboristeria, in farmacia ma anche al supermercato.

La farina di tapioca

La farina di tapioca è estratta dalla radice di manioca. Può essere facilmente confusa con il talco perché la sua consistenza è leggera e di colore bianco. Usata anche per scopi alimentari perché priva di glutine e facilmente digeribile, la si può usare anche sulla pelle. Regola l’umidità, lenisce i rossori e riduce pruriti e irritazioni, come quelli da pannolino.

L’amido di mais

L’amido di mais si ottiene macinando ad umido l’endosperma del mais, ossia la parte interna dei chicchi che risultano particolarmente ricchi di amido.

Conosciuto anche come maizena, è utilizzato come addensante nel campo alimentare ma può essere anche un valido prodotto cosmetico. L’amido di mais ha una grana meno fine dell’amido di riso e di tapioca ma rimane molto leggero sulla pelle. Ha doti emollienti e lenitive, dona sollievo ai pruriti ed è ottimo sulle punture di insetto.

La polvere di iris

Questa polvere si ottiene dagli iris bianchi essiccati e polverizzati. Da sempre usata nell’industria cosmetica, la polvere di iris può diventare un ingrediente sostitutivo del talco perché possiede proprietà rinfrescanti e assorbenti. Fissativo naturale, la radice di iris è ottima anche in polveri profumate per il corpo, in deodoranti, ma anche in profumi ambiente.

Scritto da Evelyn Novello
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi è Giulio Rubini: curiosità sul fratello di Chef Rubio

Chi è Adria Arjona: curiosità e vita privata dell’attrice portoricana

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.