Bandiera francese: perché è blu, bianca e rossa? I motivi storici

Perché la bandiera francese è blu, bianca e rossa? Il significato dei colori è ben preciso.

Perché la bandiera francese è blu, bianca e rossa? Il significato dei colori che appaiono sul drapeau de la France è ben preciso e, ovviamente, affonda le radici nella storia del Paese.

Bandiera francese: blu, bianca e rossa

Il drapeau de la France o drapeau Français o ancora Tricolore di Francia è composto, partendo dall’asta, di tre bande verticale di uguale larghezza, di colore blu, bianco e rosso.

Durante la Rivoluzione Francese (1789), prima della presa della Bastiglia, i rivoluzionari usavano appuntarsi una coccarda dai colori rosso e blu, simbolo della città di Parigi. In quello stesso anno, quando il Marchese de Lafayette, comandante della Guardia Nazionale incontrò il Re Luigi XVI, fece aggiungere alle coccarde anche il colore bianco, colore di casa Borbone. Nel 1794 il tricolore divenne la bandiera nazionale.

Successivamente, durante il periodo della Restaurazione, al tricolore venne sostituita la bandiera bianca con i gigli dei Borbone.

Il Re Luigi Filippo ripristinò il tricolore, ma, durante il Secondo Impero Napoleone III, nel campo bianco inserì il suo stemma. Nel 1870, con la caduta di Napoleone III a Sedan e la nascita della Terza Repubblica, la bandiera blu, bianca e rossa diventò definitivamente la bandiera dei francesi, confermata poi dalla costituzione del 1946.

I francesi, popolo molto nazionalista, espone il suo tricolore in tutti gli edifici pubblici e durante le manifestazioni pubbliche.

Un po’ come tutti i Paesi del mondo, anche loro sono fieri dei loro colori e non ne fanno mistero.

Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Pori dilatati: quali sono le cause? Cura e rimedi naturali

Gravidanza, quali sono i sintomi e cosa fare: consigli

Leggi anche
  • denise coates storiaChi è Denise Coates: la storia della co-fondatrice di Bet365

    Una delle donne più ricche in UK: Denise Coates, CEO di Bet 365, ha intuito le potenzialità del digitale e fatto crescere l’azienda di famiglia.

  • Catanzaro ragazza violentata arrestato l'uomoCatanzaro, ragazza violentata sul lungomare: arrestato l’uomo

    A Catanzaro fermato un 26enne con l’accusa di violenza sessuale: avrebbe abusato della ragazza due volte nella stessa sera e poi è fuggito.

  • donne di conforto giappone risarcimentoDonne di conforto, il Giappone dovrà pagare un risarcimento a Seul

    Seul ha condannato il governo giapponese a un risarcimento per il fenomeno delle “donne di conforto”, le schiave sessuali durante la 2GM.

  • iolanda pensa chi eChi è Iolanda Pensa: tutto sulla presidente di Wikimedia Italia

    Ricercatrice presso la SUPSI e l’Università di Bergamo, Iolanda Pensa è una delle più valide collaboratrici italiane di Wikipedia.

Contents.media