Abbronzatura perfetta? I tre cibi top e i trucchi da seguire

Ecco quali sono i cibi migliori per proteggere la pelle dai danni dei raggi solari e che assicurano un impeccabile abbronzatura allo stesso tempo.

Durante l’estate in tanti si recano al mare non solo per svagarsi e rilassarsi un po’ ma anche per raggiungere un abbronzatura invidiabile. Non basta però rimanere sotto il sole più tempo possibile per avere una perfetta pelle da mare.

Quello al massimo è il metodo giusto per beccarsi una bella scottatura che vi impedirà di godervi i successivi giorni di vacanza. Oltre alle varie creme solari che possiamo applicare per prendere il sole in “modo intelligente”, esistono alcuni cibi che grazie alle loro proprietà vanno a nutrire e proteggere la pelle dall’interno aiutandoci a raggiungere il giusto colorito senza stressare troppo l’epidermide. Vediamoli in dettaglio.

I cibi per un’abbronzatura perfetta

Tra gli alimenti più importanti che ci aiutano a prenderci cura della nostra pelle troviamo le carote, il radicchio e le albicocche. Perché? Perché sono ricchi di vitamina A e betacarotene che svolgono un’azione antiossidante combattendo i radicali liberi e l’invecchiamento cutaneo (processo che può intensificarsi con l’elevata esposizione ai raggi solari). Il betacarotene inoltre, ottimo integratore pre-abbronzatura, aiuta a prevenire le scottature specialmente per chi ha una pelle molto sensibile.

Se poi vogliamo dirla tutta questi alimenti sono anche degli ottimi alleati per la vista e svolgono anche un’azione antitumorale.

Altri importanti alleati

La vitamina A è rintracciabile anche in molti altri cibi, in particolar modo frutta e verdura: cicoria, lattuga, melone giallo, sedano, peperoni, pomodori, pesche gialle, cocomeri, fragole e ciliegie sono tutti alimenti che grazie alle loro proprietà antiossidanti aiutano a conferire alla nostra pelle abbronzata un aspetto sano e giovane. Inoltre l’alta concentrazione di vitamine, liquidi e sali minerali aiutano a sopportare meglio il caldo estivo evitando insolazioni e cali di pressione.

Alcuni consigli utili

Passiamo ora a qualche consiglio per affrontare meglio la stagione estiva. Come in molti già sanno d’estate è ancora più importante idratarsi in continuazione. Per tanto assicuratevi di bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Le verdure vanno consumate crude o al massimo cotte al vapore in modo da non alterare le loro proprietà antiossidanti. In spiaggia preferite spremute o succhi di frutta al posto di alcolici e bibite gassate, fin troppo piene di zuccheri. I cibi ricchi di omega 3 e omega 6 (come pesce, noci e cereali) sono un ulteriore fonte di antiossidanti preziosi per mantenere la salute della pelle.

Ricordatevi di non prendere il sole nelle ore più calde della giornata e mai senza un adeguata protezione solare. La prolungata e diretta esposizione ai raggi uv, senza le dovute precauzioni può comportare conseguenze più gravi di una semplice scottatura. Infine piuttosto che fare pochi pasti abbondanti fatene di più leggeri e frequenti in modo da non appesantirvi troppo.

Scritto da Alice Sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Ylenia Carrisi, il caso si riapre: è ancora viva?

Amazon prime day: le migliori offerte fashion

Leggi anche
  • woman g55378c236 1920Mal di pancia da ciclo: quanto dura e come farlo passare

    Quando una donna entra nel periodo delle mestruazioni, fra i fastidi più difficili da tollerare si trova proprio il mal di pancia da ciclo.

  • dieta di luglioDieta di luglio: come seguirla e i benefici

    La dieta di luglio si basa su cibi ipocalorici e tipic del periodo, come le albicocche per dimagrire in modo sano e naturale, depurando l’organismo.

  • dolore ai piediDolore ai piedi per scarpe alte: il miglior rimedio del momento

    Dai rimedi naturali come il pediluvio sino a esercizio fisico che stimola la circolazione, sono i consigli per trattare il dolore ai piedi.

  • Dolori articolari: quali sono e come alleviarliDolori articolari: quali sono i più comuni e come alleviarli?

    I dolori articolari si manifestano come fastidi localizzati a una o più articolazioni e possono essere sintomo di patologie in corso o meno.

Contents.media