Notizie.it logo

Stefano Accorsi e la pizza che scatena la polemica

Stefano Accorsi

Stefano Accorsi è stato al centro di una polemica improvvisa sui social: merito di un amore segreto? Di un gossip piccante? No, di una pizza a Venezia

Stefano Accorsi, invitato al Festival del Cinema di Venezia, è salito all’onore delle cronache di spettacolo per un piccolo scandalo che ha generato con una fotografia postata su Instagram. Niente di scandaloso, come si potrebbe immaginare di primo acchitto: l’attore e regista non ha fatto altro che farsi fotografare mentre addentava un trancio di pizza a Piazza San Marco nel mezzo della notte.A dimostrazione che c’è sempre qualcuno che ha qualcosa da ridire, un giornale locale ha tuonato contro il comportamento “incivile” di Accorsi.

Stefano Accorsi e la pizza della discordia

Una giornata mondana può essere terribilmente stancante: lo sanno benissimo coloro che vivono lo star system e conoscono benissimo le maratone a cui si viene spesso sottoposti durante eventi ufficiali e pubblici di grande risonanza come, appunto, la Mostra del Cinema di Venezia.

Arrivati finalmente al termine delle celebrazioni e degli incontri ufficiali spesso ci si ritrova affamati e senza un posto dove andare a mangiare un boccone.

Accorsi, che si è ritrovato esattamente in questa situazione alle 2.25 di ieri notte, ha risolto il suo problema grazie a una pizzeria al taglio aperta tutta la notte nei pressi di Piazza San Marco.

L’attore, vestendo ancora lo smoking con il quale aveva presenziato alla serata, si è fatto fotografare con una fetta di pizza e una faccia estremamente soddisfatta. Pubblicata sui social con la didascalia “E alla fine … pizza delle 02.25 di notte” e un hashtag dedicato a Giorgio Armani (il quale probabilmente ha firmato lo smoking).

Se di certo moltissimi dei follower di Accorsi hanno sorriso per il piccolo strappo all’etichetta e soprattutto per la faccia sorridente e beata dell’attore, i negozianti di Venezia non l’hanno presa benissimo e hanno deciso di far sentire la propria voce.

Le proteste su “Il Gazzettino”

Negli ultimi anni il turismo a Venezia è aumentato in maniera incontrollata e spesso disorganizzata, tanto da mettere parzialmente in pericolo la sopravvivenza stessa della città vecchia.

Per questo motivo sono spuntate come funghi le associazioni contro il turismo di massa, o meglio contro il cosiddetto “turismo di serie B” che comporta alla città un degrado ambientale inconcepibile per il gioiello della laguna.

Il presidente di una di questa associazioni, intitolata a Ernesto Pancin, ha fatto sentire la popria voce attraverso le pagine del periodico locale Il Gazzettino, affermando che Accorsi avrebbe dovuto prendere la sua pizza e andarla a mangiare da qualche altra parte, non in Piazza San Marco e per giunta vestito da sera. Secondo il presidente dell’associazione Pancin, Accorsi ha anche “degradato” il panorama di Piazza San Marco, che dovrebbe essere trattato con un rispetto maggiore.

Stefano Accorsi si difende

Naturalmente la difesa dell’attore arriva puntuale, attraverso i social.

Dopo aver ripostato la fotografia incriminata, Accorsi ha scritto un lungo post chiedendo retoricamente dove fosse il problema del mangiare una pizza da asporto sui tavolini di un locale chiuso in piazza San Marco. Certo di non aver minimamente aumentato il degrado urbano, Stefano non vuole essere paragonato a chi lascia i mozziconi di sigaretta in terra e si chiede se, forse, il problema sta nel fatto che ha mangiato con le mani anziché con la forchetta.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Olga Luce
Olga Luce, nata a Napoli nel 1982, è diplomata al liceo classico. Scrive di cronaca, costume e spettacolo dal 2014. Il suo motto è: il gossip è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo (quindi tanto vale farlo bene)! Ha collaborato con Donnaglamour, Notizie.it e DiLei. Oggi scrive per Donnemagazine.it
Leggi anche
Leggi anche