Sensi di colpa: come superarli

A volte ci si sente oppressi da un peso indicibile, che rende impossibile vivere serenamente, e angoscia l’anima giorno e notte: è il senso di colpa.

In modo generico, si potrebbe definire il senso di colpa come un riconoscimento di una mancanza commessa nei confronti di qualcuno o qualcosa, ma la casistica all’interno della quale si può inscrivere il senso di colpa può essere molto vasta.

Ci si può sentire in colpa per aver trasgredito alle regole di una dieta, per aver disobbedito ad un ordine, per aver ferito qualcuno anche involontariamente.

Per superarlo quindi ci si deve per prima cosa interrogare sull’effettiva gravità di quanto commesso, perchè chi soffre di sensi di colpa in genere nutre delle aspettative molto alte nei suoi confronti. Riconoscersi come umani, e soggetti agli sbagli, è un primo passo.

Parlare può essere di aiuto, ma con le persone giuste; inoltre serve anche fare nuovi progetti, guardare avanti, imparando dagli errori passati.

E se una colpa c’è stata davvero, serve sempre chiedere scusa: anche se non si ottiene il perdono, servirà a noi stessi.

Scritto da Cristina Marziali
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Isole Eolie aumentano tartarughe e cetacei

Proposta indecente per un posto di lavoro: cosa fare

Leggi anche
  • significato sogniSignificato dei sogni: tutto quello che c’è da sapere

    Quando dormiamo, la nostra mente è libera di vagare nell’inconscio: ecco come interpretare il significato dei sogni.

  • malattia della bellezzaMalattia della bellezza, l’ossessiva ricerca della perfezione fisica

    L’avvento dei mass media ha contribuito ad aspettative fisiche sempre più perfette ma difficilmente raggiungibili. Ecco cos’è la malattia della bellezza.

  • tecnica della bolla cos eTecnica della bolla: cos’è e come difendersi dai negativi

    La tecnica della bolla è un modo per proteggersi e difendersi da chi ci “preleva” troppa energia con discorsi negativi, come si attua?

  • perchè donne sempre in ritardoDonne sempre in ritardo: luogo comune o realtà?

    È vero che le donne sono sempre in ritardo? Una ricerca ci spiega il perché.

Contents.media