Rihanna, il video S&M; e la censura tra culi, corde e Cox News

Il nuovo video di Rihanna, “S&M“, sembra aver scatenato un putiferio: censurato in undici paesi, MTV si rifiuta di mandarlo in onda, su Youtube hanno inserito il divieto ai minori di diciott’anni.

Non potevo non vederlo.

Dunque eccomi: m’accomodo, mi preparo spiritualmente, faccio training autogeno e poi, pieno d’aspettativa, clicco “start“.

Inorridisco subito: MTV ha ragione. L’acconciatura di Rihanna non pu• venir mostrata in un consesso civile.

 

Mentre canta oscenit… quali “nanana come on“, versi efferati come “nanana come on“, e senza dimenticare il sovversivo “nanana come on“, non posso fare a meno di notare il gustoso “Cox News” che appare per meno d’un secondo. Se riuscite a cogliere la sottile (?) ironia, significa che siete dei baldi conoscitori della USA culture.

Se non la cogliete, coglietela.

Scandaloso, Rihanna (con Perez Hilton) mette in scena quel che vorrebbero fare in met… di mille: tenere i blogger al guinzaglio. Proprio una birbante.

Opporcamiseria, un culo! Una coscia! Scandalo!

E c’Š del bondage! Con dei giornalisti! Che svergognata!

Ed ora si mangia una banana! E un gelato, anche! Eversiva!

Bisogna fare qualcosa, Š un oltraggio! (per fortuna non ha addentato una zucchina, altrimenti sarebbe stato un ortaggio.

Ah ah, come sono spiritoso)

A parte gli scherzi, Š evidente che l’intento sia quello di provocare. Trattasi della solita operazione commerciale in cui il personaggio si mostra (viene mostrato?) in un certo modo per suscitare scalpore. Di genuino c’Š ben poco, di solito viene tutto prestabilito fin nei minimi dettagli. “Parliamo male della stampa, otterremo un duplice vantaggio: 1) i fan si stringeranno attorno alla star perseguitata e 2) i media, tirati in ballo e sbeffeggiati, non potranno non parlarne”.

Due piccioni con una fava.

Il problema Š che la canzone – oltre a non spiccare per originalit… – Š verosimile quanto il colore di capelli di Biscardi. Ci si scaglia contro i media perchŠ parlano troppo, quando invece Š esattamente ci• che si desidera. Rihanna (bel faccino, bel corpicino, bel vocino) sarebbe simile a cento altre, se non fosse che alle sue spalle c’Š una poderosa macchina mediatica che amplifica – e distorce, senza dubbio – tutto quel che dice o fa. Sia che abbia rilevanza o meno, s’intende. E’ senz’altro esasperante vivere costantemente sotto l’occhio delle telecamere… peccato che la met… delle volte sia proprio l’entourage della star (il marketing) a creare i presupposti per lo “scoop“. Cos si fanno i milioni, e Rihanna ne Š consapevole. E ci gioca. “Guardatemi, guardate quanto sono cattiva, mi mangio pure una banana in primo piano per convincervi”. Uh, s, mamma mia, come sei trasgressiva, Rihanna.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • NetflixNetflix blocca la condivisione di password e account

    L’aveva anticipato e sta avvenendo: Netflix sta attuando il blocco di condivisione di password e account, scatenando una serie di reazioni negative

  • MandrakeChi è Mandrake? Tutto sull’influencer brindisino

    Mandrake, nome d’arte di Giuseppe Ninno, è brindisino doc che ha conquistato il grande pubblico dei social grazie alla verità raccontata in chiave comica

  • Simone DominiciChi è Simone Dominici? Tutto sull’amministratore delegato di KIKO

    Il nuovo amministratore delegato di KIKO MILANO è Simone Dominici: uomo dalla carriera professionale ricca e importante, Dominici dimostra il suo talento

  • Ebrei giornata della memoriaEbrei e Olocausto: come venivano vestiti i prigionieri

    La terribile parentesi storica dell’Olocausto ha segnato il mondo intero. Tra simboli, divise e tatuaggi sulla pelle, i prigionieri erano “catalogati”.

Contentsads.com