Prodotti non testati sugli animali, quali sono e come riconoscerli

Saper riconoscere i prodotti non testati sugli animali è importante per non farsi fregare dai brand "furbetti". Ecco come imparare a leggere le etichette.

Si sta facendo sempre più alta l’attenzione verso l’ambiente e gli animali, lo abbiamo visto anche con la fashion industry ma il campo in cui è davvero evidente è senza dubbio quello della cosmesi. Sono sempre di più infatti, le persone che scelgono prodotti cruelty free, ovvero non testati sugli animali e allo stesso tempo, sono sempre di più i brand che scelgono di adottare questa linea.

Purtroppo però, non è sempre facile capire se un prodotto che vogliamo acquistare sia davvero attento a questo aspetto, ed è quindi molto importante imparare a leggere le etichette che ne riportano gli ingredienti. In questo articolo vi insegneremo come fare.

Prodotti non testati sugli animali

Come dicevamo, è sempre più grande la volontà delle persone di acquistare esclusivamente prodotti non testati sugli animali e se questo si può tradurre in una maggior consapevolezza da parte non solo da chi acquista, ma anche da chi produce e vende, c’è comunque l’altro lato della medaglia da tenere in considerazione.

Spesso infatti, può capitare che alcuni brand si nascondano dietro la dicitura “cruelty free” esclusivamente a scopo pubblicitario, oppure, ancora, può capitare che alcuni brand seguano le direttive europee che vietano i test sugli animali, ma continuino a finanziarli in altri paesi. Un altro caso invece può essere che alcuni ingredienti testati sugli animali al di fuori dell’Unione Europea, siano poi inseriti all’interno di un prodotto che dovrebbe essere appunto, cruelty free.

prodotti non testati sugli animali

Le associazioni che certificano i prodotti non testati sugli animali

Per capire se un prodotto non sia davvero testato sugli animali dobbiamo fare affidamento sull’etichetta posta sul retro che dovrebbe riportare il disegno di un coniglietto con due stelline ai lati, il simbolo del cruelty free oppure se si vuole essere ancora più sicuri, si possono consultare le liste di prodotti cruelty free approvati dalle associazioni riconosciute e dalle ONLUS che si occupano della tutela degli animali, facilmente consultabili su Internet. Quali sono le associazioni? Una su tutte è la Leaping Bunny, di cui abbiamo già descritto il logo, ma ci sono anche la LAV (Lega Anti Vivisezione) e ovviamente la PETA.

Si tratta di liste davvero complete e aggiornate che non solo indicano quali siano i prodotti non testati sugli animali, ma come si suol dire “fanno le pulci” ai brand, specificando quali usano ingredienti di origine animale oppure ingredienti testati sugli animali e successivamente inseriti in un prodotto contrassegnato come cruelty free.

prodotti non testati sugli animali

Prodotti non testati sugli animali: ulteriori distinzioni

Le liste dei prodotti cruelty free sono davvero d’aiuto anche per i più attenti a questa tematica. Che un prodotto non sia testato sugli animali infatti, potrebbe non bastare e si rende necessario quindi specificare che, se un prodotto è cruelty free, non significa per esempio, che non possa contenere ingredienti di origine animale.

Ci sono poi altre diciture che occorre saper analizzare. Quando su un’etichetta leggiamo “prodotto finito non testato sugli animali” o “prodotto non testato sugli animali”, non significa che anche gli ingredienti che lo compongono, non siano stati testati sugli animali. Allo stesso modo, le diciture “testato clinicamente” e “testato dermatologicamente” dicono che il prodotto non è stato testato sulle pelle, ma non specificano se è compresa anche la pelle degli animali.

Scritto da Arianna Giago
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi è Maria Di Biase: vita e carriera dell’attrice comica

Film da vedere assolutamente: quali sono i titoli del momento

Leggi anche
  • leadership autentica cos'èLeadership autentica, cos’è e perché è importante in campo lavorativo

    Un rapporto di stima e fiducia con i propri dipendenti è importante per creare un ambiente sereno ed è qui che entra in gioco la leadership autentica.

  • tatuaggi mamma e figliaTatuaggi per mamma e figlia: tutte le idee più belle a cui ispirarsi

    Un tatuaggio è per sempre, così come lo è il legame tra mamma e figlia. Ecco quindi tutte le idee a cui ispirarsi per un tatuaggio davvero speciale.

  • fame durante il cicloCome contrastare la fame durante il ciclo con gli alimenti giusti

    Fame durante il ciclo? Ecco perché la sentiamo e quali sono tutti i modi con cui contrastarla senza dover rinunciare ai nostri alimenti preferiti.

  • fleabagging cos'èFleabagging: cos’è e come fare per uscirne e vivere più sereni

    Cosa sappiamo sul fleabagging, la pratica assolutamente distruttiva che coinvolge soprattutto la sfera delle relazioni amorose e come fare per uscirne.

Contents.media