Paolo Garimberti contro il Tg3: ecco il nuovo cameriere di Silvio

Ho da tempo ribattezzato il presidente di garanzia della Rai, quello scelto dalle opposizioni per vigilare sul conflitto d’interessi, come il bell’addormentato. Modestia a parte, mi pare che la definizione gli calzi a pennello: in una Rai violentata e sfigurata dall’arroganza del premier, con un telegiornale (il Tg1 ovviamente) assimilabile agli omologhi cinesi e coreani, con un direttore generale (poco cambia se parliamo di Masi o della Lei) teleguidato da Arcore, con i giornalisti indipendenti cacciati per delle volgari purghe politiche, il nostro ha costantemente dormito, salvo svegliarsi ogni tanto dal letargo per blaterare qualche inutile frase di circostanza.

Una coppia quasi comica, col presidente della commissione di Vigilanza, il quasi novantenne Sergio Zavoli, probabilmente – e anche comprensibilmente – più addormentato del primo.

Comunque, la notizia è che il bell’addormentato si è finalmente svegliato. Direte voi: si è svegliato per pretendere la cacciata del censore Minzolini, pure accusato di peculato ai danni dell’azienda? Per minacciare le dimissioni nel caso la Rai non recuperasse Santoro, la cui partenza ha determinato la caduta libera dell’ormai dispersa Rai due? No, niente di tutto questo.

Paolo Garimberti si è svegliato per dire, in commissione Vigilanza, che “esiste un problema Tg3“. Il “problema” consisterebbe in una scarsa obiettività e nella difficoltà di tenere distinte le notizie dalle opinioni.

Ricapitoliamo: Garimberti è il presidente di una televisione pubblica dove due telegiornali su tre (se allarghiamo il panorama a Mediaset possiamo dire cinque su sei) fanno propaganda per il governo. Uno, il Minzo cul. pop., in un modo talmente volgare e sfacciato da aver fatto indignare e scappare milioni di telespettatori.

E cosa fa il presidente di garanzia? Se la prende con l’unico telegiornale timidamente critico, che peraltro ha sempre dato ampio spazio a tutte le voci e, soprattutto, non ha mai censurato le notizie sgradite come qualcuno.

Quando il prode Garimberti venne nominato con il placet della maggioranza ai vertici di Viale Mazzini, Berlusconi commentò: “È una persona perbene”. Traducendo dal lessico berlusconiano, significava più o meno: “è uno che mi posso comprare”. Poi chissà come stanno le cose, ma il bell’addormentato ha il mandato in scadenza e guarda caso si è svegliato proprio adesso per aggiungersi apertamente alla foltissima servitù di Arcore, che a quanto pare non perde pezzi ma ne guadagna.

P.S. Curioso che gli ex colleghi di Repubblica, i campioni dell’antiberlusconismo, su queste ultime surreali esternazioni del Garimberti non abbiano scritto neppure una riga di critica, limitandosi a un articoletto di cronaca nascosto in taglio basso a pagina 17.

(In foto: Garimberti).

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Anna la Naturalista (spot Kinder Colazione Pi—): lettera aperta

Grande Fratello 12: Floriana Messina beccata con Minzolini, nel suo passato anche il Bunga Bunga

Leggi anche
  • Paola Turci e Francesca PascalePaola Turci e Francesca Pascale si sposano: tutto sulla location

    Francesca Pascale e Paola Turci si sposano sabato 2 luglio 2022: la location, sulle colline della Val d’Orcia, è un vero sogno immerso nel verde

  • Lady DianaAbito oro di Lady D: è davvero il vestito più costoso di sempre?

    Durante il suo viaggio in Medioriente Lady Diana ricevette un dono assai prezioso: un abito ricamato su tutti i bordi da fili d’oro dal valore enorme

  • robot vacuum cleaner g72bfe709a 1920Quali sono i criteri più importanti per la scelta di un robot aspirapolvere?

    Il robot aspirapolvere è apparso sul mercato ormai da diversi anni. Si tratta del sogno di molte casalinghe, che vedono in questo elettrodomestico la soluzione definitiva alla pulizia del pavimento.

  • Silvana FallisiChi è Silvana Fallisi, attrice e comica di grande successo

    Silvana Fallisi, attrice di teatro e di cinema, è moglie di Aldo Baglio dal 1996. La sua carriera è ricca di soddisfazioni, ma anche di tanto amore.

Contents.media