Notizie.it logo

Moda mare da uomo: i costumi top del 2017

costumi da uomo

I riflettori sono sempre accesi sulla moda mare femminile, ma non bisogna trascurare i costumi da uomo. Per chi desidera rimanere al passo anche al mare ecco i costumi top del 2017.

Proprio ieri abbiamo dato alcune dritte sulla moda mare femminile, per scegliere il costume in base al proprio fisico. Non potevano mancare dei consigli anche al maschile. Che tu sia un uomo o una mamma, moglie, amica, sorella o fidanzata, quanto diremo fa al caso tuo. La moda mare non dedica la stessa attenzione a uomini e donne, ma l’attenzione sta aumentando sempre più anche nei confronti dei costumi da uomo.

Semplifichiamo grossolanamente. Da una parte ci sono gli uomini super attenti all’estetica e all’essere trendy anche al mare. Dall’altra quelli che “non mi importa, va bene un costume a caso”. E poi la via di mezzo, quelli che strizzano un occhio alla moda, ma senza esagerare. Alcuni di loro scelgono da soli, mentre altri si fanno aiutare da qualche donna. Quindi questo articolo sarà un buon alleato per qualunque lettore.

In effetti la moda mare da uomo è più semplice di quella da donna.

Le scelte dei modelli sono più limitate, senza contare l’assenza di accessori e fronzoli vari. L’elemento che permette una maggiore varietà è la stampa decorativa del tessuto.

Prima di districarci tra slip e boxer vediamo dunque a cosa bisogna prestare attenzione nella scelta dei costumi da uomo.

IL TESSUTO

Elasticizzato e non elasticizzato. Un tessuto elasticizzato è d’obbligo quando si ha a che fare con gli slip o i parigamba. É proprio una questione di comodità. I modelli a boxer o pantaloncino sono solitamente realizzati in tessuto rigido. La loro forma permette infatti una certa facilità nei movimenti.

LA STAMPA

Le stampe sui costumi da uomo non sono più un taboo. Ovviamente bisogna essere pronti a prendersi delle responsabilità.

Con un costume tinta unita si va sul sicuro, a patto che non sia bianco. Indossare un costume interamente bianco da degli svantaggi non di poco conto. Se il colorito della pelle non è già dorato il pallore sarà ancora più evidente.

In secondo luogo non importa di che tessuto si parli, ma il bianco a contatto con l’acqua tenderà sempre un po’ alla trasparenza. Avete tutti i colori dello spettro luminoso tra cui scegliere, ma meglio evitare il bianco.

Quello che abbiamo imparato dalle passerelle della moda mare 2017 è che la fantasia è stata sdoganata. Stampe a maiolica, riferimenti iconici, grafica simile ai fumetti e color-block. Siamo andati ben oltre alla solita fantasia floreale hawaiana.

COSTUMI DA UOMO 2017

Per gli uomini non ci sono particolari consigli per compiere una scelta in base al fisico. Si tratta solo di avere un minimo di gusto e soprattutto di buon senso. Punto primo: quando non andate al mare indossate pantaloni ascellari? Se la risposta è no, allora mantenetevi assolutamente su questa scia. Punto secondo: lo slip lasciatelo ai bambini. O a chi ha le phisique du role. Chi superata l’infanzia indossa ancora lo slippino per andare al mare ha sicuramente un’alta considerazione di sè.

Senza troppe ipocrisie e giri di parole, il peccato dello slip al mare lo si perdona a pochi, ad esempio almodello David Gandy. Anche se pare che lontano da passerelle e set pubblicitari anche lui preferisca costumi a boxer.

SLIP

Per chi continua a voler indossare lo slip al mare presentiamo un modello che si rifa alla proposta di Alexander McQueen. Tutto teschi. Per chi decide di non prendersi troppo sul serio la fantasia è presente anche in colori diversi.

PARIGAMBA

Il parigamba è un modello di slip simile al boxer. Aderente come uno slip ma con gambe simile al boxer in lunghezza. Personalmente mi sentirei di consigliare questo modello sempre a chi ha un fisico non dico scultoreo, ma almeno moderatamente asciutto. É comunque un modello molto aderente e la sgambatura rischia di fare difetto anche sulle cosce. Se si hanno le maniglie dell’amore mi sembra abbastanza scomodo doversi sistemare il costume ogni due tiri a beach volley.

Con questo modello proponiamo un’altra tendenza di quest’anno.

Le righe.

SHORTS O BOXER CORTI

I boxer corti sono probabilmente il modello più facile e comodo da indossare, soprattutto se realizzati con un tessuto leggermente elasticizzato. La nostra proposta è foderata all’interno e la vita elasticizzata. Il pregio in più è il tessuto ad asciugatura veloce.

Ciò che differenzia questo modello da quello successivo è la lunghezza della gamba, che nel primo caso termina circa a metà coscia.

BOXER LUNGHI O BERMUDA

I bermuda donano a chi è abbastanza alto. In caso contrario rischiano di accorciare ultimamente la figura. A differenza del modello descritto prima hanno infatti un taglio della gamba molto lungo.

Il modello proposto cerca di recuperare il color block delle sfilate. La lunghezza e l’ampiezza delle gambe lo rendono perfetto per i surfisti, che non possono permettersi di essere legati nei movimenti.

ECCEZIONI

I modelli che stiamo per considerare non rientrano propriamente nella moda mare, ma vale la pena spendere qualche parola per loro.

Il jammer. Sarà capitato di vedere anche in spiaggia qualcuno con addosso questa tipologia di costume. Un costume che poco ha a che fare con la moda. Il jammer è un costume da atleti, usato negli allenamenti e nelle gare. Ma per gli sportivi che decidono di portarlo con sé al mare la rete dà interessanti soluzioni.

Per dovere di cronaca citiamo anche il mankini, costume reso famoso dal Borat di Sacha Baron Cohen. E infine il towie o swimming sock, in circolazione da pochi anni. Un perizoma che sicuramente donerà un’abbronzatura integrale, ma non lascia nulla all’immaginazione. Fa rimpiangere lo slip.

Quindi non importa quali siano i vostri gusti per la moda mare uomo. Vi abbiamo presentato tutti i costumi da uomo top per il 2017. Tocca a voi decidere con quale presentarvi a prendere il sole!

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche