Chi è Marta Cartabia: tutto sulla prima Presidente donna della Consulta

Marta Cartabia è colei che potrebbe guidare il governo M5S – PD diventando così la prima Donna Premier della storia d'Italia.

Marta Cartabia è colei che potrebbe guidare il governo M5S – PD diventando così la prima Donna Premier della storia d’Italia. Non ci sono ancora conferme, ma, secondo alcune indiscrezioni, nel corso delle trattative tra i due partiti il suo nome sarebbe apparso come il preferito.

Cosa sappiamo di lei?

Marta Cartabia

Marta Cartabia, classe 1963, è nata a San Giorgio su Legnano, una cittadina in provincia di Milano. Nel 1987 si è laureata con lode in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano e nel 1993 ha ottenuto il dottorato di ricerca in legge presso l’Istituto Universitario Europeo di Fiesole. Successivamente, la Cartabia si è specializzata sui temi della giustizia costituzionale comparata presso l’Università di Aix-Marseille.

Attualmente, è docente ordinario all’Università degli Studi di Milano-Bicocca e ha incarichi di direzione in numerose riviste di settore nazionali e internazionali. Come se non bastasse, Marta è tra i fondatori di Italian Journal of Public Law, la prima rivista giuridica italiana interamente in inglese, è membro dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti ed è una dei fondatori dell’Italian Chapter di ICON·S. Infine, periodicamente, svolge attività di ricerca all’esterto, soprattutto negli Stati Uniti.

Per volere dell’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il 2 settembre 2011, la Cartabia viene nominata Giudice della Corte costituzionale della Repubblica italiana.

Con la nomina, Marta è diventata la terza donna dopo Fernanda Contri e Maria Rita Saulle a essere nominata giudice, ma anche una delle più giovani a rivestire la carica. Il 12 novembre 2014 le viene assegnata la vicepresidenza della Corte Costituzionale, ruolo che ha poi mantenuto anche per il 2016 e per il 2018. Adesso, stando ad alcune indiscrezioni, la Cartabia potrebbe guidare il governo M5S – PD, diventando, così, la prima Donna Premier della storia d’Italia. Il suo nome sarebbe spuntato nel corso delle trattative tra i due partiti e pare che tutti si siano trovati d’accordo nell’affidare nelle sue mani il governo. Il PD, infatti, apprezzerebbe la sua conoscenza approfondita dell’Unione europea. Zingaretti, infatti, ha indicato proprio “l’appartenenza leale all’Unione europea” come condizione primaria per poter avviare una trattativa con il M5S. Infine, Marta sarebbe la figura ideale per dare pieno “pieno riconoscimento della democrazia rappresentativa”. Il M5S, invece, potrebbe appoggiare la scelta di Cartabia come Premier perché, così come è avvenuto per Conte 14 mesi fa, sarebbe una “figura di garanzia istituzionale”. Per il momento non abbiamo alcuna conferma, quindi non possiamo dare per certa la scelta di Marta Cartabia come Premier.


Scritto da Alice Sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dieta dinner cancelling: come funziona e benefici

Luca Argentero diventa papà: “Io e te diventiamo tre”

Leggi anche
  • kasia lenhardt morta indagato boatengKasia Lenhardt trovata morta in casa: indagato Boateng per violenza

    Jerome Boateng è indagato per violenza fisica sull’ex fidanzata e modella Kasia Lenhardt, trovata morta suicida lo scorso 9 febbraio.

  • francia assorbenti gratisFrancia, assorbenti gratis da settembre per tutte le studentesse

    Con l’avvio del nuovo anno scolastico, migliaia di studentesse francesi troveranno assorbenti gratis nelle università e residenze studentesche.

  • donne dirigenti nel mondoDonne dirigenti nel mondo: nel 2021 in aumento ma non in Italia

    I risultati emersi dalla ricerca “Women in business 2021” parlano chiaro: le donne dirigenti sono in aumento ma rimangono ancora troppo poche.

  • Eldina Jaganjac chi èChi è Eldina Jaganjac, la ragazza che ha sfidato i canoni di bellezza

    La trentunenne danese Eldina Jaganjac dal marzo 2020 ha smesso di depilarsi e invita tutte le donne a liberarsi dalle costrizioni sociali.

Contents.media