Notizie.it logo

Marco Carta, arresto non convalidato: “Estraneo ai fatti”

marco carta

Marco Carta, dopo la notizia del suo arresto per furto aggravato, è stato assolto perché dichiarato estraneo ai fatti

Marco Carta è stato assolto. Nella serata di venerdì 31 maggio, l’ex talento di Amici di Maria De Filippi era stato arrestato con l’accusa di furto aggravato. Il cantante, in compagnia di una donna di 53 anni, era stato fermato fuori dalla Rinascente di Piazza Duomo a Milano con l’accusa di aver rubato 5 maglie, per un valore di 1200 euro.

Marco Carta assolto

Nelle ultime ore, la notizia dell’arresto di Marco Carta è rimbalzata da un quotidiano all’altro. L’ex talento di Amici di Maria De Filippi, almeno all’inizio, sembrava che fosse stato arrestato con l’accusa di furto aggravato per aver sottratto alla Rinascente di Piazza Duomo a Milano 5 magliette. A chiarire la situazione è stato il suo avvocato che, dopo un processo lampo, ha ammesso che il suo assistito è totalmente estraneo ai fatti. Il legale ha dichiarato: “È stata chiarita la totale estraneità di Marco Carta. Il giudice non ha convalidato l’arresto e non ha applicato nessuna misura cautelare.

Il fatto è attribuibile ad altri soggetti, lui è totalmente estraneo, è stato acclarato dal giudice. Marco è una bravissima persona”. Insomma, Carta ha avuto la sfortuna di essere stato coinvolto in una vicenda della quale lui non sapeva nulla. Pare che a compiere il furto sia stata la donna che era con lui, della quale non è stata svelata l’identità. La notizia del su arresto aveva sconvolto i suoi tantissimi fan e in molti avevano preso d’assalto i suoi profili social. Dopo le dichiarazioni dell’avvocato, anche Marco ha voluto esprimere il suo pensiero.

Le prime parole di Marco Carta

Dopo che il legale del cantante ha chiarito la posizione del suo assistito, anche il diretto interessato ha rilasciato una brevissima dichiarazione. Carta ha dichiarato: “Non sono stato io a rubare, per fortuna è andato tutto bene, sono felice di poterlo dire. Le magliette non ce le ho io, l’hanno visto tutti. Ora sono un po’ scosso. Chi li ha rubate? Non mi va di dirlo”.

L’ex talento di Amici di Maria De Filippi, che ha da poco festeggiato i primi dieci anni di carriera, si è detto sollevato da quanto emerso, ma ha comunque ammesso di essere ancora molto provato da quanto successo. La notizia dell’arresto di Marco, da sempre considerato un bravo ragazzo, ha scosso i suoi tantissimi fan, ma anche tanti altri personaggi appartenenti al mondo dello spettacolo. La prima ad esprimersi in sua difesa è stata Caterina Balivo che, avendolo avuto ospite a Vieni da Me proprio recentemente, ha ammesso di essere schifata dalle tante notizie uscite sul web. Insomma, un grande qui pro quo, che ha scosso non solo Carta, ma anche quanti lo conoscono e gli vogliono bene. Fortunatamente, tutto si è concluso nel migliore dei modi e Marco potrà tornare alla sua vita in men che non si dica. Speriamo solo che quanti non hanno aspettato un attimo per scagliarsi contro di lui, porgano adesso le proprie scuse.

D’altronde, se tutti perdessimo la voglia, o forse il vizio, di dover sempre giudicare gli altri, forse si vivrebbe molto meglio. Mentre Carta è risultato completamente estraneo ai fatti, la signora che era con lui ha visto la convalida dell’arresto, considerando che il cacciavite per togliere l’antitaccheggio e le sei magliette rubate, per un valore complessivo di 1.200 euro, erano nella sua borsa.


© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche