I maglioni norvegesi di Natale, l’alternativa ai Christmas jumpers

A Natale indossiamo i maglioni norvegesi: l'alternativa ai Christmas jumpers, più sostenibile e cool.

In vista delle feste le vetrine dei negozi non si addobbano di soli festoni: ormai da inizio Dicembre gli store di abbigliamento mettono in bella vista i Christmas jumpers. Di cosa si tratta? Sono quei maglioni con fantasia natalizia che spesso usiamo solo una volta all’anno.

Proprio per questo motivo non sono una scelta sostenibile, infatti possono creare grossi danni all’ambiente. Non significa però che dovremo rinunciare ad un capo adatto per le feste: arrivano in nostro soccorso i maglioni norvegesi a Natale.

Maglioni norvegesi per Natale

Non solo le vetrine dei negozi, ma anche numerose celebrità sfoggiano i famosi maglioni natalizi. Si tratta di un capo nato nella regione Scandinava, famoso soprattutto per le sue fantasie geometriche e l’uso di lana colorata.

Inizialmente usati dai pescatori di quella zona, con il tempo si è evoluto in una sua versione commerciale. Nel mese di Dicembre in un qualsiasi store di abbigliamento possiamo infatti trovare maglioni del genere. Essendo pensati apposta per il Natale, hanno spesso disegni che rimandano alle feste: renne, folletti, dolci natalizi, un Babbo Natale qua e là, e così via.

Ovviamente si tratta di un tipo di abbigliamento che può essere usato solo una volta all’anno, motivo per il quale sarebbe meglio evitarli.

C’è però un’ottima alternativa per chi ama questo stile, e la troviamo nei maglioni norvegesi. In un certo senso sono un vero e proprio ritorno alle origini dello stile dei maglioni natalizi scandinavi. Inoltre sono estremamente versatili, e tornano utili per tutto l’inverno, non solo a Natale. Sono creati con materiali riciclabili e di alta qualità, e hanno una maggiore durata nel tempo. Sono anche molto facili da trovare, perché disponibile ovunque in questa stagione.

maglioni norvegesi

Perché è l’alternativa più sostenibile

La principale differenza fra i maglioni natalizi e quelli norvegesi sta principalmente nelle fantasie proposte. Infatti i cosiddetti Christmas jumpers presentano sempre degli evidenti rimandi al periodo delle feste, mentre quelli norvegesi hanno colorazioni e forme che si adattano ad ogni periodo. È importante sottolineare queste differenze perché i maglioni natalizi vengono usati da molte persone solo uno o due giorni all’anno. Si tratta ovviamente di una scelta lesiva per l’ambiente, perché i marchi di fast fashion ne approfittano per crearli con materiali scadenti e inquinanti. Sono in molti quelli che dopo il 25 Dicembre gettano il capo perché il giorno in cui indossarlo è passato.

I maglioni norvegesi hanno invece una vita prolungata. Se poi vogliamo assicurarci un look assolutamente natalizio, basterà scegliere colori e abbinamenti come il rosso acceso, il bianco, e il verde abete. Anche fantasie più neutre come quella con i fiocchi di neve può essere sfruttata per tutto l’inverno, e non solo a Natale. Per chi non volesse proprio rinunciare ai Christmas jumpers, basta mantenere un occhio di riguardo. Cerchiamo di riutilizzare i maglioni dei Natali passati, o comunque di scegliere prodotti di buona qualità la cui creazione non abbia danneggiato l’ambiente. In questo modo potremo sfoggiare più volte il nostro bellissimo maglione natalizio.

christmas jumpers

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Very Peri, per Pantone è il colore per il 2022: tutto sul suo significato

Stefano Codegoni contro Soleil: “Meglio le te**e che i mariti delle altre”

Leggi anche
  • elodie copertina graziaElodie, il look per la copertina di Grazia sorprende ancora una volta

    Elodie si trasforma ancora una volta in occasione della copertina di Grazia, ecco il look scelto dalla cantante romana.

  • minnie stella mccartneyStella McCartney per Minnie: l’abito per un compleanno speciale

    Stella McCartney disegna un completo per Minnie, la topolina della Disney, in occasione del 30esimo anniversario di Disneyland Paris.

  • festival di sanremo look storiaFestival di Sanremo: come sono cambiati i look nella storia

    Da Nilla Pizzi che creava i suoi outfit ispirandosi alla moda del tempo a Loredana Berté che ha portato lo stile punk rock all’Ariston.

  • capodanno cinese 2022 tendenzeIl Capodanno Cinese 2022 entra nelle tendenze con le capsule dei brand

    Anche la moda festeggia il Capodanno Cinese 2022 con capsule collection dedicate all’Anno della Tigre: ecco allora le più belle.

Contents.media