Le 5 donne che hanno fatto la storia dei casinò

Tra i migliori giocatori di poker al mondo non ci sono solo gli uomini: almeno 5 le donne che hanno fatto la storia dei casinò. Di chi si tratta?

Passione avvincente, sfida senza pari: il casinò è uno dei giochi che più entusiasma uomini e donne, in Italia e all’estero. Infatti, forse non tutti sanno che ci sono tante donne amanti del casinò. Abili strateghe e vincitrici ineguagliabili, con i loro abiti da donna perfetti: chi sono le 5 donne che hanno fatto la storia dei casinò?

Le 5 donne che hanno fatto la storia dei casinò: chi sono e perché hanno avuto successo?

Tante anche le donne che hanno fatto la storia del casinò con il proprio talento. Hanno investito in una passione e così hanno lasciato un segno, facendosi conoscere nel mondo.

Tra le campionesse, si ricordino in particolare:

  • Eleanor Dumont, nata nel 1829, ma non è chiaro in quale città. Alcune ipotesi sostengono sia francese, altre che sia nata a New Orleans, in Louisiana. Simone Jules è il suo vero nome, poi fu soprannominata Madame Moustache. Approdò in California nel 1854 e in poco tempo divenne una famosa imprenditrice e giocatrice. Nell’era della corsa all’oro dello Stato americano, fu probabilmente lei la giocatrice di maggiore successo. Con Dave Tobin fondò il Dumont’s Place, ingigantendo i propri profitti. Tuttavia, con la fine della corsa all’oro, dovette chiudere i battenti. Nel 1860 divenne una signora dei bordelli e negli anni successivi si innamorò di un uomo chiamato Jack. Sarà lui a derubarla di tutti i suoi beni, scappando e lasciandola sola. La Dumont cercherà di riconquistarlo con il gioco, aggravando i suoi debiti. Morì per overdose nel 1879;
  • Alice Ivers Duffield Tubbs Huckert, meglio conosciuta come Poker Alice. Un nome una garanzia: la pokerista è inglese di nascita, ma statunitense d’adozione. Infatti, quando era solo una bambina, i suoi genitori si trasferirono in Virginia, negli Usa. Fu suo marito, Frank Duffield, conosciuto da giovane, a trasmetterle la passione per il gioco. Lui era un ingegnere meccanico, ma anche un grande amante del poker. Fu lui a volerla al suo fianco nelle sale da gioco. Osservatrice attenta e paziente, la futura pokerista apprese così le tecniche del gioco, fino ad appassionarsi e intraprendere la sua avventura. Tuttavia, solo dopo la morte del suo primo marito iniziò a giocare assiduamente a poker. Diventò così una pokerista professionista, famosa per la sua abilità e la sua correttezza. Si conquistò il nome di “Poker Alice”, guadagnando un totale di circa 250.000$. Fondò il Poker’s Palace a Fort Meade, ma ebbe anche problemi con la legge. Si spense nel 1930 a causa di alcune complicazioni dovute a un’operazione alla cistifellea;
  • Kitty Leroy, nata nel 1850, fu una ballerina divenuta poi una pokerista capace di lasciare un segno nel mondo del gioco. Nella sua vita, tuttavia, non mancarono i problemi con la giustizia (e le difficoltà con i suoi diversi mariti);
  • Jennifer Harman, nata nel 1964 a Reno, negli Stati Uniti, in una delle città con più casinò al mondo. La passione per il gioco d’azzardo matura quando lei era solo una bambina. Era ancora molto piccola quando vedeva i parenti giocare a poker. Così, a soli 8 anni, giocò per la prima volta una partita. Il suo amore per il poker e il profitto del gioco la spinsero ad abbandonare gli studi universitari. Negli anni successivi si avvicinò a giocatori prestigiosi, la cui esperienza si rivelò fondamentale per la sua formazione. Nel 2000 si sposò con Marco Traniello, uno dei giocatori italiani più famosi dei casinò (dal quale si separò tredici anni più tardi). Nel 2007 ha persino recitato in “Le regole del gioco”, film diretto da Curtis Hanson, con la partecipazione di Eric Bana e Drew Barrymore;
  • Barbara Enright, nata nel 1949 a Los Angeles. A soli 4 anni si avvicina al gioco più famoso dei casinò. Avviò la sua carriera da donna pokerista nel 1976. Tuttavia, inizialmente, la Enright svolgeva in contemporanea tre lavori diversi, lasciando che il poker fosse solo un impegno part-time. Quando poi si accorse che il guadagno ottenuto dal gioco superava quello degli altri tre mestieri, mollò tutto e si concentrò esclusivamente sul poker. Il suo successo le ha permesso di essere inserita nella Poker Hall of Fame. Barbara è stata la prima donna a entrare in questa classifica. È ancora una giocatrice di poker, ma è anche speaker motivazionale e capo redattrice della rivista Woman Poker Player magazine. A lei, inoltre, il titolo di ambasciatrice del Poker League of Nation.

I migliori casinò online

Anche oggi uomini e donne possono scegliere di giocare sui migliori casinò online per coltivare una passione e tentare la fortuna. Importante scegliere i migliori siti di gioco e scommesse, su casinosicuri.info.

La sicurezza dei casinò online non è assolutamente da sottovalutare. Legalità e trasparenza non sono sempre facili da trovare nel mare magnum della rete: per questo motivo, è importante scegliere solo casinò certificati che operano con licenza dell’Agenzia Dogane e Monopoli. I giocatori potranno così iniziare la propria avventura in massima tranquillità e totale sicurezza, senza rischi per le transazioni di denaro reale e tutelando i propri dati personali.

La lista 2022 dei casinò online AAMS include:

  • StarCasinò;
  • Snai;
  • Lottomatica Casinò;
  • Big;
  • Eurobet;
  • Betflag;
  • Sisal;
  • Goldbet;
  • 888 casinò;
  • WilliamHill;
  • NetBet;
  • Starvegas;
  • Admiral;
  • Gioco Digitale;
  • Betfair;
  • Bwin;
  • Leovegas;
  • Unibet.
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Ultima fermata, tutte le anticipazioni del nuovo love game di Canale 5

Il rapporto sessuale dopo i 60 anni secondo il sondaggio di LELO

Leggi anche
  • burberry bando pelle esoticaBurberry mette al bando la pelle esotica: stop alle collezioni

    Burberry ha preso la decisione controversa di bandire l’uso delle pelle esotiche: da adesso nessuna collezione del brand le userà.

  • zara no resi gratuitiZara: addio ai resi gratuiti per il colosso spagnolo

    Zara ha deciso di dire addio ai resi gratuiti nel Regno Unito quando il reso non viene consegnato direttamente in negozio.

  • alessia marcuzzi espadrillasEspadrillas di Alessia Marcuzzi nuovo trend primavera 2022: quanto costano e dove trovarle

    Le espadrillas della Marcuzzi, visibili in una foto che ha condiviso sul suo profilo Instagram, hanno rilanciato il trend per l’estate 2022.

  • vestiti negozio seconda manoCosa fare per poter definire sostenibile un acquisto

    Quando possiamo definire sostenibile un acquisto? Scopriamo come comprare al meglio, risparmiando ed essendo sostenibili.

Contents.media