Italian Jewellery Awards 2009: i vincitori

Pochi giorni fa a Napoli si è tenuto un gran galà per premiare i designer italiani di gioielli e le aziende del comparto più meritevoli. L’evento dell’ Italian Jewellery Awards è solo alla sua seconda edizione, ma è già stato riconosciuto come il più importante riconoscimento per il settore della nostra oreficeria. L’iniziativa è stata promossa dalla Regione Campania, che fra l’altro vanta sul suo territorio la presenza di molti brands interessanti.

A tal proposito, il concorso premia ogni anno anche una realtà della regione: stavolta, ad aggiudicarsi il titolo di miglior prodotto realizzato con materiali campani, è spettato al marchio Loffredo. Esso vanta un’esperienza ventennale nell’import-export di corallo, oltre a essere celebrato in tutto il mondo per l’alta manifattura dei suoi monili e delle sue pietre preziose. Il più innovativo rivenditore italiano in assoluto, però, è stato giudicato quello di San Lorenzo, fondato a Milano nel 1970 con l’obiettivo di rinnovare il linguaggio espressivo degli argenti secondo i principi del design.

Per quanto riguarda invece la migliore campagna di comunicazione, gli esperti hanno decretato maggiormente significativa quella di Bulgari, mentre il punto vendita più all’avanguardia sembra essere il lussuoso mall di Pomellato a Miami nella zona di Bal Harbour.

I restanti premi sono stati assegnati a designer sia affermati che emergenti, e ripartiti nel seguente modo:

• Miglior giovane designer italiano: Stefano Marchetti
• Miglior designer professionista italiano: Gabriele De Vecchi
• Miglior giovane designer britannico: Sarah Ho
• Miglior giovane designer italiano: Mario Bottiglieri

Foto acquisita dal sito www.firstevent.it

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Le giacche vintage e dai vivaci colori di Elizabeth The First

Le modelle senza veli di Helmut Newton

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.