Festival Venezia 2011: Le idi di marzo, trama e recensione

Recensione del film d’apertura della 68° Mostra del cinema di Venezia: leggila su Blogosfere Spettacoli

Finalmente abbiamo visto Le idi di marzo, ovvero l’ultima fatica di George Clooney regista, presentata in anteprima alla Mostra del cinema di Venezia, dove ha aperto la manifestazione.

Trattasi di una variazione sul tema preferito dell’ex futuro sposo della Canalis, ovvero la comunicazione e i rapporti che intrattiene con il potere, nelle sue molteplici forme.

In questo caso il regista prende di petto la questione politica, con un piccolo pamphlet sulla corruzione, quasi endemicamente necessaria, di rappresentanti del popolo, tra bugie, coperture, scandali insabbiati e la consapevolezza che a volte il bene collettivo passa attraverso atti di slealtà individuale.

George Clooney è il candidato alle primarie del Partito Democratico americano: bella presenza, ottimo programma elettorale, al passo coi tempi, attento alle tematiche ecologiche, tecnologiche e estremamente ricettivo alle questioni di politica estera. Ryan Gosling è l’enfant prodige della comunicazione che ne sta curando la campagna elettorale, assieme al più esperto Philip Seymour Hoffman. Quando inizierà a instaurare una relazione con una giovane stagista, interpretata da Evan Rachel Wood, alcuni segreti verranno a galla, mettendo in atto dinamiche che distruggeranno la fiducia reciproca che cementava il gruppo.

Il film di Clooney è il tipico prodotto dell’industria hollywoodiana di buon livello: girato in maniera molto competente, ma privo di una vera e propria idea di regia che non sia quella di far capire e vedere bene tutto al pubblico; ottimi attori che forniscono interpretazioni di altissimo livello; dialoghi piuttosto arguti ma anche a volte didascalici e una sceneggiatura elegante che però raramente esce dal prevedibile. Il sottotesto del film è intrigante, per quanto non si tratti di un tema inedito (il ricorso a mezzi sleali per affermare degli ideali positivi), ma non basta per risollevare il film dalla classicissima mediocrità della quale si è voluto rivestire, nonostante alcune trovate visive, invero un po’ artificiose.

Se fossimo a scuola il 6 (+ per l’impegno) non te lo toglierebbe nessuno, caro George!

p.s.
Festival del Cinema 2011: news, foto e curiosità direttamente da Venezia!

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Hilary Duff news: incinta del suo primo bebè, va in giro in bicicletta!

Vasco Rossi malato: raduno dei fan e concerto a Zocca

Leggi anche
  • Cornelia Jakobs chi èChi è Cornelia Jakobs: la cantante svedese dell’Eurovision 2022

    Tutto quello che sappiamo su Cornelia Jakobs, la cantante svedese che parteciperà all’Eurovision Song Contest 2022 con il suo brano Hold Me Closer.

  • mara carfagna chi èChi è Mara Carfagna: vita privata e curiosità sulla ministra

    Laureata in Giurisprudenza, sesto posto a Miss Italia, alle spalle una legge contro lo stalking: la carriera della Ministra per il Sud Mara Carfagna.

  • Recensione nuovo film "Animali Fantastici - I segreti di Silente"Recensione del nuovo film “Animali Fantastici – I segreti di Silente”

    “Animali Fantastici – I segreti di Silente”, nuovo film intenso e sempre sul filo del rasoio, concentra l’attenzione sui tragici intrecci di Albus Silente.

  • freaks outFreaks Out: trama e cast del film

    Freaks Out è un film del 2021 dai grandiosi effetti speciali e con un grande cast, la cui trama ha tocchi di fantasy e dramma.

Contents.media