Chi era Erick Morillo: tutto sul dj creatore di “I like to move it”

Scomparso all'età di 49 anni, Erick Morillo, dj e produttore, è il creatore della colonna sonora di Madagascar. Ma chi era?

Si è spento all’età di 49 anni un altro protagonista del mondo della musica, Erick Morillo. Ecco chi era: curiosità su vita e carriera professionale.

Chi era Erick Morillo: vita e lavoro

Classe 1971, Erick Morillo nasce a New York il 26 marzo, ma fin dalla più giovane età si trasferisce in Colombia a vivere a Cartagena de Indias dove ci trascorre gran parte dell’adolescenza.

Ma poi successivamente si trasferisce a Union City, negli Stati Uniti. Fin da subito, si dimostra appassionato di musica e portato per quel mondo: infatti, già all’età di 12 anni si esibisce nelle feste di amici.

Ma la cosa che più colpisce è che fin dall’inizio coltiva diverse branchie della musica, puntando alla multietnicità. Gioca con gli stili e con i ritmi, divertendosi a sperimentare e a creare. Passa infatti dai ritmi latini all’hip hop fino al reggae.

Quindi, non solo cultore di buona musica ma creatore, tant’è che lo farà diventare la sua principale professione.

Però il dj non è l’unica strada nella sua vita: affianca a questo, la sua vena più artistica e imprenditoriale, diventando produttore discografico e remixer internazionale. E anche qui spazia tra diversi generi e stili: house, ritmi latini, hip hop, sound elettronico. Collabora con i più grandi e negli anni ’90 crea una delle canzoni più famose che diventerà poi la colonna sonora del film animato Madagascar, ovvero “I like to move it”.

Inoltre, insieme agli amici e colleghi Harry Romero e Josè Nunez, fonda l’etichetta Subliminal Records.

Muore all’età di 49 anni

Seppur vita intensa ma breve perché il 1° settembre 2020 all’età di 49 anni muore nella sua casa di Miami Beach. Ma nonostante la tragicità dell’evento, bisogna ricordare un antefatto: lo scorso mese, ad agosto, Erick Morillo era stato arrestato con l’accusa di stupro (come molti produttori e attori ad Hollywood), caso che era successo un anno prima a dicembre durante una festa privata.

La verità e la fine di un uomo non possono tuttavia cancellare la maestosità e l’importanza che ha avuto nel mondo della musica, la quale l’ha segnata per sempre.

Scritto da Marta Vitulano
Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Svegliarsi stanchi la mattina: cause e rimedi per evitarlo

Chi era Philippe Daverio: tutto sul critico d’arte

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.