Chi era Edward Bach: storia del medico britannico

Edward Bach e il percorso nella medicina e successivamente nell'omeopatia.

L’omeopatia è oggi nota come una pratica priva di fondamento scientifico, quindi secondaria rispetto ai rimedi medici. Ha ottenuto però grande successo, soprattutto in alcune parti del mondo attraverso principi e metodi specifici. Scopriamo il ruolo di Edward Bach all’interno di questo settore.

Chi era Edward Bach

Edward Bach (Moseley, 24 settembre 1886 – Didcot, 27 novembre 1936) è stato un medico britannico. Nasce nei pressi di Birmingham, precisamente nelle West Midlands inglesi, per poi crescere in Galles insieme alla sua famiglia. Fin da piccolo si dimostra estremamente sensibile verso la natura, gli animali e qualsiasi essere vivente che lo circondi. 

Fin da bambino sogna quindi di potersi dedicare agli altri diventando medico, e così una volta cresciuto studia e si laurea nel 1912 allo University College of London.

Da questo momento passa molto tempo della sua vita in ospedale svolgendo con passione il praticantato. Inizia a comprendere in questi anni che a differenza dei colleghi, molto concentrati sulle malattie, lui desidera comprendere al meglio il paziente

Edward Bach e l’inizio del percorso

Proprio questo approccio tradizionale lo porta ad abbandonare il reparto di chirurgia in cui si trova. Dopo un anno all’ospedale dell’università decide di passare al reparto di chirurgia d’urgenza presso un altro ente dovendo poi abbandondare anche questo per problemi di salute personali.

In questo periodo si appassiona all’immunologia e così inizia a svolgere delle ricerce sui batteri. 

Con l’arrivo della prima guerra mondiale riceve l’incarico di seguire i posti letto dell’ospedale di Londra, nonostante alcune difficoltà. Infatti in questo periodo rimane vedevo e in più i suoi problemi di salute peggiorano, tanto da portarlo allo svenimento nel corso di un’operazione chirurgica. In questa occasione scopre di avere un tumore alla milza che sembra offrirgli solo tre mesi di vita e questo lo porta a dedicarsi interamente ad attività di laboratorio con tanta voglia di sperimentare.

Edward Bach e le scoperte mediche

Si avvicina così all’omeopatia e il pensiero per cui il ruolo del malato sia fondamentale. Trova affinità con il pensiero di Hanemann, medico fondatore del pensiero omeopatico, distaccandosi però da pratiche che richiedono l’uso di erbe velenose e sostanze tossiche. 

Durante le sue ricerche inizia a lavorare su nuovi vaccini, “nosodi”, che agiscono a partire da batteri che si trovano nell’intestino umano. Oltre a questi lavori, con cui ottiene grande popolarità nell’ambiente medico internazionale, si dedica anche ad alcune ricerche sui fiori. Scopre infatti alcune piante a cui viene attribuito un presunto potere benefico, tra cui il fiore che porta il suo nome. Arriva nel 1932 a scoprire quelli che ha chiamato i “dodici guaritori”, ovvero dodici fiori che possono agire sullo stato d’animo dei pazienti. 

Scritto da Alessandra Coman
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Cappotti da donna: i modelli del 2021

Vestiti lunghi invernali: 5 outfit per valorizzarli

Leggi anche
  • l'amica geniale 3 stagione quando esce“L’amica geniale”: quando esce la stagione 3, trama e cast

    Manca ormai pochissimo alla terza stagione de “L’ amica geniale”, ecco tutte le informazioni su dove sarà possibile vederla, sulla trama e sul cast.

  • michelle hunziker tomaso trussardi storiaLa storia d’amore fra Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi: dall’inizio alla fine

    Ripercorriamo la storia d’amore fra Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi: dal loro incontro al matrimonio e la nascita delle due figlie, fino alla rottura.

  • moon knight marvel trailer“Moon Knight”, nuova serie tv Marvel: trailer, cast e quando esce

    In attesa dell’uscita di “Moon Knight”, la Marvel ha lanciato il trailer della nuova serie tv. Ecco tutto quello che sappiamo.

  • venne dal freddo netflixVenne dal freddo: tutto sulla nuova serie Netflix

    Venne dal freddo, la nuova serie Netflix: cast e trama della prima stagione.

Contents.media