Dora Lagreca, ipotesi caduta accidentale avvalorata da una pozza d’acqua e un farmaco

Due nuovi elementi rinvenuti sulla scena della tragedia avvalorano l'ipotesi che Dora Lagreca sia stata vittima di una caduta accidentale.

Continuano ad emergere dettagli sul caso di Dora Lagregca, la ragazza di 30 anni morta dopo essere caduta dal balcone a Potenza: si tratta di elementi che porterebbero ad escludere sia l’ipotesi di suicidio che di omicidio per avvalorare quella della caduta accidentale.

Le indagini sono comunque ancora in corso e tutte le piste rimangono sul campo. 

Dora Lagreca: caduta accidentale? La pozza d’acqua sul balcone

Il fidanzato Antonio Capasso, indagato per istigazione al suicidio, ha raccontato che la ragazza si sarebbe appoggiata sulla lamiera prima di cadere nel vuoto. In effetti sui 2 metri e mezzo di balaustra repertati dai RIS di Roma sarebbe stata isolata l’impronta di una mano di Dora.

In più, tra la porta finestra e il pavimento del balcone c’è un gradino alto circa 30 cm e il giorno successivo alla tragedia era sempre presente una pozza d’acqua ristagnante. Potrebbe quindi verisimile l’ipotesi per cui la giovane, scalza e in piena notte, sia malauguratamente scivolata nella pozzanghera e, pur aggrappandosi alla balaustra, non sia riuscita a salvarsi.

Dora Lagreca: caduta accidentale? Trovato farmaco anti vertigini 

Durante l’attività di sopralluogo, gli inquirenti hanno inoltre rinvenuto e sequestrato nella mansarda una compressa per combattere le vertigini.

Si tratta di un farmaco che Dora assumeva quando i suoi problemi di udito le causavano perdite di equilibrio e difficoltà nella coordinazione dei movimenti. Sarebbe dunque possibile che la giovane si stata colta da una sindrome vertiginosa, cosa che farebbe propendere per la pista dell’incidente. 

Scritto da Debora Faravelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • PensioniCalderone sulle pensioni: “Prendiamo Quota 41 come riferimento”

    La ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Marina Calderone, ha parlato dei prossimi interventi sulle pensioni: a riferimento Quota 41

  • Catherine DahmerCatherine Dahmer: chi era la nonna di Jeffrey Dahmer

    Catherine Dahmer era la nonna di Jeffrey Dahmer, serial killer e cannibale, di cui si è parlato anche nella famosa serie Netflix.

  • Sabrina MinardiVatican Girl: chi è Sabrina Minardi

    Sabrina Minardi è stata legata per ben dieci anni ad Enrico De Pedis, Boss della Banda della Magliana, conosciuto come Renatino.

  • Renatino De PedisVatican Girl: chi è Renatino de Pedis

    Enrico De Pedis, conosciuto come Renatino, è stato il boss della Banda della Magliana, ucciso nel 1990 a Campo de’ Fiori.

Contentsads.com