Donne che amano troppo

,

“Siamo in grado di dedicarci da sole amore e attenzioni: non è necessario aspettare, inerti, che arrivi un uomo a dispensarceli”.
Quanta verità in questa frase di Robin Norwood che negli anni 70 scriveva “Donne che amano troppo” un illuminante libro sulle dipendenze affettive.
Ma quando stiamo amando troppo? Presto detto: essere innamorate significa soprattutto soffrire, patire, annullarsi per lui….allora amiamo troppo!
Lui diventa tutto: giustificamo i suoi malumori, il suo cattivo carattere,il suo distacco.

Si ama troppo quando del nostro compagmo detestiamo il carattere, il modo di pensare e il comportamento, ma ci adattiamo pensando che se noi saremo accondiscendenti e comprensive lui vorrà cambiar per amor nostro.
Amare troppo è calpestare, annullare se stesse per un uomo “sbagliato”che ci ossessiona; è mettere a rischio il nostro benessere emotivo, la nostra salute e la nostra sicurezza
Una donna che ama troppo ha paura dell’abbandono, ha poco rispetto e poca stima di sè.

Un donna che ama troppo è malata…malata d’amore.
Come guarirla? Togliendole l’insensato bisogno di dare più amore di quanto ne riceva!
Se dobbiamo amare troppo qualcuno… perchè non cominciare da noi stesse?

Scritto da Stefania Roin
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Donne senza trucco sono meno belle?

servizio portuali con smart tunnel

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.