Come togliere la muffa dai muri

L’estate di quest’anno si è conclusa con un lungo periodo di piogge e rovesci diffusi in tutta la penisola.

Ne hanno certamente risentito le mura delle nostre case che hanno assorbito una gran quantità di umidità senza potersi adeguatamente asciugare: il risultato? Brutte macchie di muffa decorano gli angoli più bui e meno areati.

Se la causa è questa, e non possibili infiltrazioni o perdite di tubi (sempre meglio controllare), c’è qualche utile strategia per rimuovere i puntini venutisi a formare.

Si possono utilizzare:

  • il bicarbonato si sodio diluito in acqua e poi strofinato sui muri con un panno. Elimina le macchie, i cattivi odori e disinfetta l’aria.
  • L’acqua ossigenata imbevuta in batuffoli di cotone e strofinata sul muro
  • Il detersivo (se la parete è verniciata di bianco però potrebbe lasciare scomodi aloni, fate una prova in un angolo nascosto)
  • Il sale grosso: ponendo un vaso di sale grosso negli angoli più umidi questo funziona da deumidificatore e asciuga notevolmente l’atmosfera

E’ sempre meglio ricordare che la muffa è portatrice di batteri, quindi non considerate le macchie solo anti-estetiche, ne vale della salubrità della vostra dimora!

Scritto da Claudia Floreani
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Quali sono i sintomi della menopausa precoce?

Tutti i locali di Speed Date a Milano

Leggi anche
  • baby sitterCome trovare la baby sitter perfetta: i consigli

    La baby sitter perfetta esiste: tutti i consigli utili su come trovare quella più adatta ai vostri bambini.

  • mamme lesbicheMamme lesbiche, come vive una famiglia omogenitoriale

    Cosa vuol dire vivere in una famiglia omogenitoriale e che tipo di vita sociale possono avere queste persone? Scopriamolo meglio.

  • disabileAbbandona il figlio disabile

    Abbandona il figlio disable: 17 anni dopo il riscatto del piccolo Gabe. Dal Brasile allo Utah grazie ad una foto vista quasi per caso

  • 
    Loading...
  • georgia tannGeorgia Tann rubò ai poveri 5000 bimbi per darli ai ricchi

    Georgia Tann, tra gli anni ’20 e gli anni ’50, rubò più di 5000 bambini ai poveri per venderli alle famiglie ricche.

Contents.media