Notizie.it logo

Come diventare influencer partendo dalla creazione di un blog

come diventare influencer

Come creare un blog per diventare influencer: argomenti di tendenza, le regole per la scrittura sul web e le strategie per guadagnare con il proprio sito.

Negli ultimi anni si è avuto un boom di siti web, pagine Facebook, profili Instagram e blog degli influencer. Dal food alla moda, passando per il make up: sempre più giovani si dedicano alla creazione di questi contenuti web molto apprezzati dal pubblico di Internet. Su questi spazi personali online, gli influencer dispensano consigli, parlano della propria vita e della propria passione e vendono anche i loro prodotti, riuscendo spesso a raggiungere alti guadagni con la propria passione. Quasi tutti gli influencer si sono fatti da soli, acquisendo da autodidatti le basi per la creazione di spazi online e contenuti web. Creare un blog non è difficile: con l’abilità, l’impegno e la passione ognuno può diventare influencer.

Storia del blog

La parola blog deriva dalla contrazione del termine web-log cioè “diario in rete”. Il blog nasce nel 1997 grazie a Dave Winer che sviluppa il primo software per pubblicare proto-blog. Il boom dei blog c’è stato poi soprattutto a partire dal 2001, grazie alla nascita dei primi CMS (Content Management System) che servono a realizzare e pubblicare contenuti web anche senza avere conoscenze specifiche e tecniche di linguaggi e di informatica. Soprattutto con la nascita di WordPress anche gli utenti meno esperti possono creare un proprio blog personale.

Come creare un blog

Tutti possono aprire un blog personale in modo molto semplice e veloce e si può anche, volendo, arrivare a guadagnare qualcosa se si usa la strategia giusta. Bisogna innanzitutto scegliere se si vuole fare un piccolo investimento iniziale e comprare un dominio oppure optare per l’uso di un CMS (Content Management System) gratuito. I CMS gratuiti sono molteplici come i siti dove comprare domini, ad esempio su Ionos.it.

Topic e i metodi di scrittura sul web

Ultimamente vanno molto di moda i blog che trattano di moda, make up, travel e food. Nei blog di moda, le influencer propongono i loro consigli di stile, come vestirsi in determinate occasioni, le novità dell’ambito. Così anche nei blog che si focalizzano sul make up, dove vengono dispensati consigli sui migliori prodotti da usare, come realizzare determinati tipi di trucco e in quali occasioni sfoggiarli, ma anche segreti per i prodotti fai-da-te. Sui travel blog gli influencer parlano dei loro viaggi, consigliano quali luoghi visitare, quali sono le bellezze del mondo e cosa vedere. Sul food sta esplodendo una grande varietà di blog: da quelli che propongono semplicemente ricette a quelli che consigliano i ristoranti dove si mangia meglio. Questi sono solo alcuni dei topic più utilizzati dalla maggior parte dei blogger. Ovviamente creare un proprio blog significa scegliere l’argomento di cui si è più appassionati e sul quale si è più informati, quindi la scelta è personale ed è molto vasta.

Prima di creare un blog bisogna sapere che scrivere sul web implica una serie di regole da rispettare, per far sì che il blog abbia maggiori visualizzazioni e quindi maggiori opportunità anche di guadagno. La SEO (Search Engine Optimization) comprende tutte le attività volte a ottimizzare un sito web per migliorarne il posizionamento sui motori di ricerca. Rispettare le regole SEO significa, ad esempio, cercare le keyword più adatte e ricercate, inerenti all’argomento che stiamo trattando. WordPress offre un plugin molto utile per gestire la SEO, Yoast.

Guadagnare con i blog

I modi per guadagnare con un blog sono molteplici. Si può usare Google AdSense, che permette di guadagnare per ogni click fatto dagli utenti sugli annunci pubblicitari o sui banner inseriti nel blog. Si può altrimenti dedicarsi all’e-commerce.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
  • Acconciature sposa: tendenzeAcconciature sposa: tendenze

    Chiome sciolte, romantiche trecce o eleganti chignon, quale tipo di acconciatura scegliere per il grande giorno? Scopriamo insieme le idee più belle e le tendenze del momento. Acconciature sposa capelli lunghi Le tendenze per le acconciature da sposa del 2017 rilanciano, oltre al classico chignon, anche romantiche trecce, originali torchon e vi è, inoltre, il grande boom dei capelli sciolti. Vanno per la maggiore, infatti, le chiome naturali lunghe o, al limite, raccolte con semplici code di cavallo, no ai look rigorosi. La differenza la fanno sempre gli accessori, forcine gioiello, fiori o cerchietti in raso, rendendo sempre chic e

Leggi anche
  • Occhio di pernice: cause e rimediOcchio di pernice: cause e rimedi

    L’occhio di pernice, più propriamente detto tiloma, non è altro che un ispessimento della pelle dei piedi, simile ad un callo, che si forma tra le dita dei piedi. Questo inestetismo è particolarmente fastidioso e provoca dolore e difficoltà a camminare. L’occhio di pernice viene normalmente trattato con rimedi naturali. Le cause dell’occhio di pernice Generalmente, la formazione dell’occhio di pernice è dovuta allo strofinamento continuo e ripetuto o a un’eccessiva pressione su una determinata area del piede. Le cause principali di questo tiloma sono scarpe di cattiva fattura, troppo rigide, col tacco, troppo larghe o troppo strette, ma l’occhio