Capi da acquistare ai saldi invernali

Siete una di quelle persone che fanno la coda ore e ore in attesa di accaparrarsi le migliori occasioni? O piuttosto state a casa aspettando che i primi giorni di shopping selvaggio finiscano ? In ognuno dei due casi, che siate dei fanatici dello shopping o dei tipi pazienti , sono arrivati i SALDI INVERNALI quindi diamo il via alle danze!

Se volete godervi al meglio i saldi invernali e non scordarvi nulla la cosa migliore è sapersi organizzare, e cosa c’è di meglio del farsi una semplice lista? Una vera fashion victim che si rispetti, sa bene che in periodo di Saldi non ci si può far scappare nulla, ecco quindi per voi una lista di capi e accessori che sarebbe utile avere nell’armadio e che magari non ci potevamo permettere a prezzi pieni:

  • Accessori , guanti in finta pelle (10€ da H&M), collane di tutti i tipi eccentriche e semplici (3-5€ H&M), cappelli e sciarpe eleganti e sportive (5-10€Terranova)
  • Abiti da sera , tutine , tubini di tutti i colori e abiti in finta pelle (16-20€ Bershka)
  • Borse e pochette, pochette.

    nere ,oro e Argento (H&M 10€) borse in finta pelle (Bershka 15€)

  • Maglioni e felpe, tinta unita, trendy ed eleganti (9-12€ Tally Weijl)
Scritto da Romelia S.
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Quante calorie contiene la vodka

Come perdere cinque chili dopo Natale

Leggi anche
  • baby sitterCome trovare la baby sitter perfetta: i consigli

    La baby sitter perfetta esiste: tutti i consigli utili su come trovare quella più adatta ai vostri bambini.

  • mamme lesbicheMamme lesbiche, come vive una famiglia omogenitoriale

    Cosa vuol dire vivere in una famiglia omogenitoriale e che tipo di vita sociale possono avere queste persone? Scopriamolo meglio.

  • disabileAbbandona il figlio disabile

    Abbandona il figlio disable: 17 anni dopo il riscatto del piccolo Gabe. Dal Brasile allo Utah grazie ad una foto vista quasi per caso

  • georgia tannGeorgia Tann rubò ai poveri 5000 bimbi per darli ai ricchi

    Georgia Tann, tra gli anni ’20 e gli anni ’50, rubò più di 5000 bambini ai poveri per venderli alle famiglie ricche.

Contents.media