Body neutrality: cos’è il nuovo modo di vedere il corpo

Dopo la body positivity, il mondo fa la conoscenza della body neutrality, dove il corpo non viene più visto come un problema: qui di seguito cos'è.

Soprattutto negli ultimi tempi, il concetto di “body positivity” sta prendendo sempre più piede sul web e nel mondo. Questo grazie anche a influencer e personaggi famosi che stanno cercando di sensibilizzare sul problema. Ma in particolare stanno cercando di convincere riguardo al fatto che il corpo è bello perché è imperfetto e bisogna accettare e valorizzare le nostre imperfezioni, anziché nasconderle.

Purtroppo, in una società come la nostra dove si impongono modelli da imitare e canoni estetici selettivi da dover raggiungere, non è sempre facile. Infatti, anche per questo motivo, accanto al concetto di accettazione, emerge il concetto di body neutrality, ovvero il corpo viene visto solo come una serie di funzioni e non più come un problema estetico. Ecco qui di seguito cos’è la body neutrality.

Body neutrality: cos’è?

Secondo questo nuovo approccio o modo di vedere il corpo, esso non è più un problema estetico che bisogna nascondere o odiare.

No, il concetto di body neutrality fa un passo in avanti rispetto a quello di body positivity e ci insegna a vedere il corpo in un’altra ottica. Forse più funzionale, forse più ideale.

Sta di fatto però che il corpo non è più un trofeo o un traguardo da raggiungere per arrivare alla perfezione assoluta. Perché, ragazze, svegliamoci, la perfezione non esiste. E seppur sia una frase detta e ridetta, nelle nostre teste rimane il pallino di dover arrivare alla meta prefissata.

L’idea di fondo, invece, che ruota attorno alla body neutrality è neutralizzare tutti i problemi legati all’aspetto esteriore. Andando così a concepire il corpo come una serie di funzioni e liberandosi da ogni considerazione di tipo estetico su forma, taglio, misura, dimensioni, ecc.
body neutrality cosa e

Il messaggio di fondo

Attenzione, però: questo approccio non vieta di potersi migliorare se non ci si sente a proprio agio. Al contrario, dice che bisogna imparare ad amarsi realmente e non accettarsi per forza. L’accettazione, per la body neutrality, è come abbandonarsi al proprio destino in modo passivo. La consapevolezza di sé e dei propri limiti o difetti arriva col tempo ed è solo un valore aggiunto per diventare più grandi e in qualche modo più sicuri della propria imperfezione. Ma ciò non toglie che si può andare oltre l’accettazione di se stessi, ovvero alla body neutrality, dove la consapevolezza ci aiuta a migliorarci ma non più ponendoci come obiettivo un’utopia estetica bensì un lavoro su noi stessi per sentirci meglio.

Body positivity vs neutrality

Come ben si può notare, i due concetti non sono la stessa cosa, ma differiscono alla base perché il primo, il positivity, celebra l’accettazione di se stessi e del proprio corpo nonostante tutto. Mentre, il secondo, la neutrality, va a fondo del problema e dice di lavorare su esso per arrivare a migliorarsi e sentirsi meglio.

Scritto da Marta Vitulano
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Collagene da bere: come funziona il nuovo trend beauty

La storia di Michael Schumacher: dagli esordi al terribile incidente

Leggi anche
  • come migliorare circolazione ridurre inestetismi gambeCome migliorare la circolazione e ridurre gli inestetismi delle gambe

    Quali sono gli stratagemmi più validi per favorire il flusso sanguigno in zone come le cosce e i polpacci e per eliminare le tossine, il gonfiore e le imperfezioni cutanee?

  • come mettere la matita occhiCome mettere la matita occhi: i consigli per un make up perfetto

    Tutti i suggerimenti più utili per truccarsi con la matita occhi, a prova di sbavatura per un make-up impeccabile.

  • come depilare le sopracciglia con la pinzettaCome depilare le sopracciglia con la pinzetta: i consigli

    Stanche delle vostre sopracciglia imperfette? Qui di seguito i consigli e i metodi su come realizzarle in modo perfetto.

  • frangia a tendina a chi sta beneFrangia a tendina: a chi sta bene e look a cui ispirarsi

    Voglia di frangia ma paura di pentirsi entro tre, due, uno secondi? Perché non provare quella a tendina: una soluzione versatile e très chic.

Contents.media