Vibratore: come stimolare l’eccitazione

Come scegliere il miglior vibratore in circolazione? Ci sono molti fattori che influenzano la scelta. Questo può essere usato anche in coppia.

Molte persone scelgono di usare un vibratore per stimolare l’eccitazione sessuale. Come funziona però e quali sono i tipi migliori in circolazione? Da sapere, inoltre, che il vibratore può essere usato anche in coppia, per provocare piacere reciproco. Vediamo meglio in questo articolo tutte le cose da sapere.

Come funziona il vibratore

Per prima cosa, cerchiamo di capire come funziona un vibratore. Questo oggetto è uno stimolatore erotico, che serve per provocare piacere sessuale. Generalmente è di forma fallica, ovvero ricalca grosso modo la forma di un organo sessuale maschile.

Le sue vibrazioni, attraverso un piccolo motore a corrente continua al suo interno, provocano piacere sessuale. Spesso sono usati per raggiungere l’orgasmo in modo più veloce e più facile.

Advertisements

Sono, infatti, a volte raccomandati caldamente dai sessuologi, per le donne che sono affette da anorgasmia, ovvero da difficoltà di raggiungimento dell’orgasmo.

Sono, però, usati spesso anche dalle coppie, per provocare piacere preliminare, prima quindi di un rapporto sessuale.

Il mercato di tali oggetti è molto cresciuto negli ultimi anni. Proprio per questo sono nati molti tipi di vibratori, alcuni più tecnologici di altri. Si stima che il vibratore sia tra i sex toys più acquistati in tutta Italia, subito dopo le cosiddette palline vaginali.

Come stimolare l’eccitazione

Come stimolare l’eccitazione con il vibratore? Prima di tutto, la donna in questione deve capire cosa la fa raggiungere l’orgasmo. Deve capire, quindi, se il suo orgasmo è di tipo clitorideo oppure prettamente vaginale.

Inoltre, dovrà capire se preferisce un piacere localizzato, oppure una sensazione benefica più generale. E’ proprio per questo che esistono molti tipi di vibratore, a seconda di ciò che piace di più alla donna.

Ne esistono, infatti, di interni, ma anche esterni, ricurvi, ovvero utilizzati per massaggiare il punto G, e quelli, invece, a doppia azione, ovvero che stimolano sia l’esterno che l’interno.

Una volta appurato il tipo di piacere che la donna vuole ottenere, deve cercare di capire anche che tipo di penetrazione vuole da tale oggetto erotico. I vibratori, infatti, esistono di diverse dimensioni. Quelli più piccoli servono per la stimolazione esterna, mentre quelli medi-grandi sono più adatti per il punto G o una penetrazione profonda.

Anche il tipo di vibrazione influisce molto. Quelli che vibrano di più sono caricati alle prese. Ovviamente, questi hanno più limiti, in quanto non si possono portare in giro. Quelli a pile sono più comodi, ma sono forse meno potenti. In più, anche il fattore rumore conta molto: ne esistono, infatti, di più rumorosi, ma anche più silenziosi.

Migliori tipi di vibratori

Scegliere un vibratore può essere, quindi, un po’ complicato se si è alle prime armi. Tutto dipende, infatti, dal tipo di stimolazione che si vuole ottenere. Quali sono i migliori tipi di vibratore in circolazione?

Oltre a quelli classici, ci sono quelli clitoridei, quelli appositi per il punto G, gli strap-on, in formato mini e maxi, fino ad arrivare ai vibratori per coppie, a quelli anali, i musicali, gli hi-tech e gli ovetti vibranti.

Questi ultimi, anche se sono dotati di vibrazione, non rientrano nella categoria dei vibratori, bensì dei cockring.

Come usare in coppia

Abbiamo visto che il vibratore può essere usato anche in coppia. Molti uomini sono restii a tutto ciò, ma ne esistono alcuni che, invece, sono più aperti a nuovi tipi di esperienze.

Usando un vibratore dalla tipica forma ad U, questo può essere introdotto nella vagina della donna. Andrà a stimolare clitoride e punto G ma permetterà comunque anche la penetrazione.

La vibrazione sarà, in questo caso, benefica anche per l’uomo durante l’atto sessuale. Entrambi potranno incrementare il piacere e potranno provare sensazioni nuove, diverse ed eccitanti.

Gli usi sono molteplici: oltre a ciò che abbiamo già descritto, esiste la possibilità della doppia penetrazione. Vale a dire che la donna utilizzerà il vibratore in vagina, mentre il compagno andrà a penetrare la donna analmente.

In altri casi, è possibile che la donna usi il vibratore per masturbarsi davanti all’uomo, considerandolo così un preliminare prima del rapporto sessuale vero e proprio.

Gli usi del vibratore, quindi, sono davvero molteplici. Facendo un giro in un sexy shop oppure su internet è facile rendersi conto di quanti prodotti di questo calibro vi sono in commercio. Starà alla donna, o alla coppia in questione, scegliere ciò che preferisce, a seconda dei propri gusti personali.

Di seguito vi segnaliamo i 2 vibratori più amati e acquistati sul noto e-commerce

Scritto da Erika Vettori
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Masturbazione: le tecniche preferite dalle donne

Feng shui: quali sono le origini, la storia e l’architettura

Leggi anche
  • gemiti nei rapporti sessualiGemiti durante il rapporto: perché si producono e il significato

    Quelli di Meg Ryan ne sono un perfetto esempio. I gemiti sono diventati ormai parte integrante della vita sessuale di coppia, ma perché?

  • intimità e mascherinaRapporti sessuali ai tempi del Coronavirus: i consigli sull’uso della mascherina

    Il coronavirus ha stravolto le nostre abitudini, anche quelle tra le lenzuola, la mascherina è necessaria. Ma per le coppie consolidate?

  • abiti da sposa più belli dei filmGli abiti da sposa più belli dei film da cui prendere ispirazione: le foto

    Quali sono gli abiti da sposa più belli proposti dal grande schermo? Lasciamoci ispirare dai film che hanno fatto tendenza.

  • 
    Loading...
  • fare l'amoreFare l’amore: i possibili problemi femminili

    Fare l’amore pul far sorgere alcuni problemi sessuali della donna, come l’anorgasmia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.