Uno strano marted – eticamente scorretto – con gli Amici di Maria De Filippi e X Factor

Ho appena acceso il computer, devo scrivere assolutamente dello scontro tra X Factor e Amici di Maria De Filippi. Per ora la "pagina virtuale" è vuota. C'è scritto solo Ho appena acceso il computer, devo scrivere assolutamente dello scontro tra X Factor e Amici di Maria De Filippi.

Praticamente un mantra, da giorni. E allora scriviamone. Schiarisco la voce. Parto.

C'era una volta un'entità indefinita chiamata Raiset, che nell'immaginario collettivo avrebbe dovuto unire due eroiche potenze terrestri contro un maligno mostro satellitare. La schifosa creatura, dotata di circa 900 teste, negli ultimi tempi era diventata assai aggressiva, aveva attaccato apertamente il re di una delle due eroiche potenze. Non solo, il mostro satellitare negli ultimi mesi aveva anche rapito importanti comandanti della legione terrestre, tenendoli in ostaggio – addirittura – nella propria guida tv. 

Già, c'era una volta, perchè ora, per fortuna, non c'è più.

Sono lontani i tempi di una Maria De Filippi a Sanremo, e per grazia di Dio non assisteremo mai ai ben più preoccupanti tempi di una Maria De Filippi che per qualche minuto compare su Raidue ad X Factor e di un X Factor che compare su Canale 5 all'interno di Amici. Ebbene sì, era questa la proposta di Maria per domani sera; ma è arrivato secco il no Marano (e sospetto di Simona Ventura).

Domani sera vedremo X Factor contro Amici di Maria De Filippi. Il talent show di Raidue aveva deciso di trovarsi una collocazione più tranquilla, il martedì sera, per puntare ad un legittimo 17% di share. I sogni di gloria sono durati pochi, Mediaset ha deciso di spostare Amici per andare contro X Factor. E per Amici, domani sera, sarà la semifinale.

C'è bisogno di scandalizzarsi? No, teoricamente siamo tornati ad una sana concorrenza tra aziende. Però analizziamo la situazione da una ipotetica, e da sempre inesistente, etica dei contenuti televisivi. Sebbene Amici sia ormai ben poco talent e molto show, in realtà è pur sempre un format simile a quello di X Factor (o viceversa, mettetela come volete). Negli anni precedenti abbiamo assistito a pipponi mediatici fatti di buoni propositi per quanto riguarda la qualità in tv e la promozione del talento. Ora è tutto da rifare: uno scontro diretto tra talent show equivale alla morte di quella presunta etica.

Si sta chiedendo al pubblico di fare una scelta: atteggiamento legittimo, concorrenzialmente parlando, imposizione fastidiosa, eticamente ragionando. Il risultato sarà una battaglia, prevedo, senza veri vincitori.

Amici perderà qualcosina in termini di share (se analizziamo il potenziale della semifinale), X Factor guadagnerà qualcosina in termini di ascolti. Il risultato sarà una battaglia inutile, che avrà come unica vittima il telespettatore che ama questo tipo di programmi.

Voi da che parte state? Io come sempre guarderò X Factor. A maggior ragione dopo la fastidiosa scelta delle eccelse menti di Mediaset.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
Contents.media