Tingere capelli bianchi con indigo rimedi naturali

Prima o poi arriva per tutte il momento dei capelli bianchi, e di conseguenza l’esigenza di doverli mascherare e coprire. L’età in cui si notano i primi capelli bianchi varia da persona a persona, e cambia anche in base ai diversi fattori genetici.

Se avete notato allo specchio la loro comparsa sappiate che esistono dei rimedi naturali per preservare la bellezza dei vostri capelli. Per tingerli potete infatti utilizzare dei metodi molto meno aggressivi delle tinte che si trovano in commercio e che solitamente contengono ammoniaca.

Detto questo vediamo insieme come tingere i capelli bianchi usando una polvere vegetale chiamata indigo. Innanzitutto dobbiamo sapere che la polvere d’indigo deve essere utilizzata in combinazione con l’henné per prolungarne l’efficacia, e che è consigliata soprattutto per coloro che hanno i capelli scuri.

Infatti, l’indigo puro tinge di nero, con delle eventuali sfumature di colore mogano o viola a seconda della colorazione di base dei vostri capelli.

L’indigo è dunque capace di coprire in modo naturale tutti i capelli bianchi e di solito si può usare in due modi differenti. Una è miscelare l’indigo con l’hennè per creare la tintura naturale mentre l’altra è di utilizzare una colorazione di hennè prima e successivamente di indigo. Quest’ultima soluzione è indicata soprattutto a chi ha molti capelli bianchi da coprire.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Come truccarsi per anniversario matrimonio

Come ricavare cabina armadio da tetto mansardato

Leggi anche
Contents.media