Sparatoria nel centro di Jesolo, ferito un uomo

Sparatoria nel centro di Jesolo: un uomo è rimasto gravemente ferito. Pare che quanto accaduto sia da ricondurre a un regolamento di conti tra pusher.

Sparatoria nel centro di Jesolo: un uomo è rimasto gravemente ferito. Pare che quanto accaduto sia da ricondurre a un regolamento di conti tra pusher rivali.

Sparatoria nel centro di Jesolo, ferito un uomo

Poco dopo le ore 23:00 di martedì 26 luglio, due uomini hanno cominciato a discutere in prossimità dei locali situati tra via Verdi e piazza Marina, nel cuore di Jesolo, in provincia di Venezia.

La discussione si è fatta progressivamente più animata fino a quando uno dei due litiganti, incurante della folla di turisti presenti nei paraggi, ha estratto una pistola. Il secondo uomo, alla vista dell’arma, è scappato nel tentativo di sfuggire al pericolo, innescando la furia dell’altro che ha sparato due colpi. Uno dei proiettili esplosi ha colpito il fuggitivo alla schiena. Dopo pochi istanti, entrambi i protagonisti della lite sono scappati mentre i turisti hanno lasciato di corsa i locali di Jesolo in preda al panico.

L’accaduto ha incontrato il feroce disappunto dei commercianti per le perdite subite a seguito dell’evento.

Regolamento di conti tra pusher rivali

Sulla base delle prime ricostruzioni effettuate, pare che la sparatoria nel centro di Jesolo sia stata classificata come un regolamento di conti tra pusher rivali. Il ferito è stato individuato dalle forze dell’ordine poche ore dopo l’episodio. Dopo essere stato identificato, è stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Mestre dove viene sorvegliato dagli agenti.

Intanto, gli inquirenti stanno ancora indagando al fine di risalire all’identità dell’uomo che ha sparato.

La vicenda è stata commentata dal sindaco di Jesolo, Christofer De Zotti, che ha dichiarato: “Siamo di fronte a un litigio tra conoscenti, che non ha coinvolto in alcun modo altre persone. Il fatto che uno dei protagonisti, nonostante fosse fuggito, sia stato subito individuato, come mi ha riferito la Polizia, significa che lo Stato c’è e tutela la sicurezza di tutti”.

Scritto da Ilaria Minucci
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • Vaccini contro influenza e Covid in farmaciaVaccini contro influenza e Covid in farmacia: tutti i dettagli

    Vaccini contro influenza e Covid in farmacia: le vaccinazioni saranno rivolte sia agli adulti che ai bambini. Come funzionerà?

  • Strage di ErbaStrage di Erba. Olindo si dichiara innocente, ma conferma aggressioni

    Rosa e Olindo sono innocenti o colpevoli? Questo è ciò sul quale ha fatto luce Quarto Grado. L’uomo ha confermato le aggressioni a Raffaella Castagna.

  • Incidente a LutagoIncidente a Lutago, coinvolti un pulmino e un’auto: 14 feriti

    Incidente a Lutago tra un pulmino e un’auto: il violento impatto tra i due mezzi ha causato il ferimento di 14 persone. Uno dei feriti è grave.

  • omicidio a civitanova marcheOmicidio a Civitanova Marche, uomo ucciso a colpi di stampella

    Omicidio a Civitanova Marche: un uomo di 39 anni, originario della Nigeria, è stato ucciso da un cittadino italiano a colpi di stampella.

Contents.media