Scollature vietate a Terni, il sindaco non si pente: “Tutelo le donne”

Latini è il primo cittadino di Terni che ha voluto fare alcune precisazioni sulle polemiche relativa alla nuova ordinanza contro gli abiti succinti.

Leonardo Latini è intervenuto a “Pomeriggio Cinque“, programma condotto da Barbara D’Urso, per parlare della decisione in qualità di sindaco di Terni. Il primo cittadino umbro difende a spada tratta l’ordinanza.

Ordinanza con polemiche a Terni e la posizione del sindaco Latini

La maggiore carica della città umbra ha spiegato che il suo obiettivo non è quello di limitare minigonne o scollature: “Vogliamo contrastare fenomeni di criminalità organizzata, come quelli particolarmente odiosi dello sfruttamento della prostituzione“, ha dichiarato Latini.

Ordinanza con polemiche a Terni e la posizione del sindaco Latini: cosa è accaduto 

Latini vorrebbe combattere in questo modo una situazione di degrado che sarebbe in atto in diverse zone della città. Il sindaco di Terni ha rilasciato comunque un’intervista all’agenzia stampa Adnkronos per spiegare il suo punto di vista.

Questa ordinanza va letta nel suo complesso, nessuno ha evidenziato che si colpiscono, soprattutto, i comportamenti dei clienti. Nessuno intende vietare minigonne o scollature nel modo più assoluto, non si tratta di vietare tipologie di abbigliamento, ognuno è libero di vestirsi come ritiene“, ha precisato il sindaco di Terni. 

Ordinanza con polemiche a Terni e la posizione del sindaco Latini: nuove dichiarazioni

Il sindaco con l’ordinanza vuole combattere “i comportamenti diretti in modo non equivoco ad offrire prestazioni sessuali a pagamento e che possano ingenerare la convinzione di una simile attività“, ha concluso Latini. 

Scritto da Alessandro Artuso
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Campania, mascherine all’aperto fino a fine anno: la decisione di De Luca

Striscia la notizia risponde a Zorzi e pubblica video mentre bestemmia

Leggi anche
Contents.media