Chi è Sara Gama: tutto sulla prima vicepresidente dell’Associazione Italiana Calciatori

Sara Gama è una delle calciatrici della Nazionale italiana femminile ed è Vicepresidente dell’Associazione Italiana Calciatori.

Sara Gama è una delle calciatrici della Nazionale italiana femminile, difensore della Juventus e il 30 novembre 2020 è stata eletta vicepresidente dell’Associazione Italiana Calciatori ed è la prima donna di sempre a ricoprire questa carica.

Chi è Sara Gama

Sara Gama, classe 1989, è nata a Trieste il 27 marzo, da papà di origini congolesi e da mamma italiana. La sua passione per il calcio si sviluppa quando era ancora una bambina, tanto che a soli 7 anni inizia a dimostrarla apertamente anche ai suoi genitori. La sua prima esperienza è con le giovanili di Zaule e San Marco di Villaggio del Pescatore. Subito dopo, per circa 3 anni, approda nella prima squadra del Tavagnacco. Con la società friulana conquista il terzo posto nella Serie A e, nel frattempo, iniziano le prime convocazioni in Nazionale.

La carriera di Sara, anche se segnata da qualche brutto infortunio, ha una svolta quando entra a far parte della squadra del Brescia, dove rimane per circa un anno, per poi approdare al Paris Saint Germain. Nel 2017 arriva finalmente la chiamata che aspettava da sempre, quella della Juventus. Con i bianconeri conquista la fascia da capitano e vince due Scudetti e una Coppa Italia.

La vita privata di Sara Gama

Sara, dopo essersi diplomata al Liceo Scientifico, si è Laureata in Lingue e Letterature straniere all’Università di Udine. Della sua vita sentimentale non si sa molto visto che, così come tutte le altre compagne di squadra, preferisce tenere i riflettori puntati solo sui successi calcistici. Non sappiamo se abbia un fidanzato o meno, ma alcuni rumors sempre più insistenti sostengono che sia omosessuale e felicemente impegnata. Proprio su questo argomento, in una recente intervista a La Gazzetta dello Sport, ha dichiarato:

È assurdo: nel mondo esiste una fetta di popolazione che è gay o lesbica. Numeri che statisticamente si riflettono pure in uno spogliatoio, non importa se maschile o femminile. Chi pensa il contrario non vuole vedere la realtà

Sul suo profilo Instagram vanta oltre 64 mila follower, con i quali condivide soprattutto i traguardi che raggiunge con la Juventus e con l’Italia. I momenti che la Gama vive fuori dal campo vengono mostrati raramente e, forse, considerando gli ultimi attacchi ricevuti dagli haters, fa più che bene.

Un’ultima curiosità sulla bella Sara è l’omaggio che la Mattel, casa di produzione della famosissima Barbie, le ha fatto nel 2019. In occasione della giornata internazionale della donna, l’azienda ha voluto creare una linea di bambole molto speciale, dedicata alle personalità femminili che si sono contraddistinte nella storia. Tra queste anche la Gama che, in questi anni, ha dato e continua a dare un contributo notevole al calcio femminile, lottando contro i pregiudizi e gli stereotipi.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Sneakers donna invernali: i trend del momento

Chi è Stephanie Frappart: tutto sul primo arbitro donna in Champions League

Leggi anche
  • chi era carlo betocchiChi era Carlo Betocchi: storia del poeta italiano

    Carlo Betocchi, il poeta piemontese dalla linea poetica distinta e particolare nel suo genere.

  • chi era edouard manetChi era Edouard Manet: storia del pittore francese

    Eduard Monet e il suo rapporto con la pittura tra passato, realismo e impressionismo.

  • ghemon chi eChi è Ghemon: biografia e curiosità sull’artista

    La sua passione per la scrittura lo ha portato ad avvicinarsi al mondo della musica: chi è Ghemon e perché il suo stile è così innovativo.

  • max gazze chi eChi è Max Gazzè: biografia e carriera del cantautore romano

    Sperimentatore, poeta e visionario: chi è Max Gazze, l’artista romano che porta alta la bandiera del cantautorato italiano.

Contents.media