Ricetta crepes salate vegane

Volete organizzare una cenetta francese, ma avete un’amica vegana? Preparatele una sorpresa e cucinatele delle ottime crepes salate vagane!

Ingredienti per 8 persone:
1 bicchiere di farina
1/3 di bicchiere di fiocchi d’avena macinati o crusca
1 e 3/4 di bicchiere di latte di soia
1 cucchiaio di olio
1 pizzico di bicarbonato di sodio
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di zucchero vanigliato

Tritate i fiocchi d’avena.

In una ciotola mescolate insieme la farina, il bicarbonato, il sale, lo zucchero e i fiocchi macinati, poi aggiungete l’olio e il latte. Stemperate bene tutti gli ingredienti con una frusta o, per fare prima, con uno sbattitore, stando attenti a non fare grumi. Fate riposare la pastella in frigo per almeno 15 minuti. Quando è pronta, scaldate molto bene la padella, (meglio usare quella piatta specifica per crepes) versateci un goccio d’olio, quindi un mestolo di impasto.

Cuocete fino a quando i bordi della crêpe non inizieranno a colorirsi, quindi girate e fatela cuocere anche dalla parte opposta.

Per la farcitura potete scegliere di mettere in tavola diverse tipologie e farle creare direttamente nel piatto!

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • mal di piediMal di piedi e gambe: i migliori consigli e rimedi utili

    L’alluce valgo, l’insufficienza venosa, il caldo eccessivo e la stanchezza sono le cause principali del mal di piedi e gambe che comporta difficoltà.

  • default featured image 1200x900Cosa fare per sentirsi più giovani e spensierate

    Gli esperti ci dicono che sentirsi giovani dentro comporta moltissimi benefici per la nostra salute, invecchiare è di certo inevitabile, ma nulla vieta di sentirsi e apparire giovani il più a lungo possibile.

  • ricetteRicette dolci facili e veloci da fare in casa (anche se sei alle prime armi)

    Ecco alcune ricette dolci facili e veloci da preparare in casa anche se non avete l’esperienza di maestri come Iginio Massari. 

  • Covid-19 virusOmicron, un paziente su 4 è più contagioso almeno 8 giorni

    Lo dice una ricerca della prestigiosa rivista scientifica Nature: si può rimanere contagiosi anche dopo la seconda settimana.

Contents.media