Quindici secondi di terrore (e di storia occidentale dell’horror) scovati su Youtube dal blog “Horror”

Un bel post di Mauro Giorgio, esperto di Horror e curatore del blog Horror, che pubblica un video terrificante di un fantasma che compare allo specchio. Assolutamente da leggere il post (che riporto qui sotto in parte) e da vedere il video, magari prima di aver letto l'esaustivo pezzo di Mauro.

Buona visione .

Se un horrorofilo come il sottoscritto – scrive Mauro -, navigato direttore, selezionatore e soprattutto spettatore di festival horror, e rotto ad ogni tipo di esperienza visiva, trova una cosa mostruosamente impressionante, allora dovete fidarvi: è davvero impressionante!

Si tratta di un video presente su youtube (immancabile) che non avevo mai visto, ringrazio anzi la mia amica Cassandra De Rosa che l'ha scovato e l'ha voluto condividere su facebook. Il video è di soli 15 secondi e mostra una ragazzina allo specchio "visitata" da un fantasma.

Che sia un effetto speciale è fuor di dubbio ma la realizzazione raggiunge davvero ottimi livelli di realismo anche perché la tecnica di ripresa è quella del piano sequenza, o almeno all'apparenza sembra essere quella nonostante sia percettibile un frame "sussultorio", tra i secondi 8 e 9, chiaro indice di intervento in fase di editing.

L'effetto speciale in questione lo si può rintracciare nel sito di Homegrown Horror Amateur Films e appartiene alla serie degli Adobe After Effects, molto noti a chi ha a che fare professionalmente con montaggi audio-video.

Ma al di là del mero dato tecnico può risultare interessante il filmato in sé che condensa in questi 15 secondi di sequenza tutto un immaginario horror di grande presa.

I primi due elementi archetipici sono lo specchio e il fantasma. Solo focalizzandosi su questi due elementi sarebbe possibile tracciare una storia dell'horror occidentale, dalla letteratura all'arte figurativa al cinema. Lo specchio oltre che un simbolo di vanità universalmente riconosciuto è anche considerato un passaggio tra due mondi, o genericamente due dimensioni. Quindi la correlazione col fantasma appare quasi automatica poiché il fantasma è un'entità che appartiene a una dimensione altra dalla nostra e che noi riusciamo ad intravedere grazie al varco speculare. Come canale di comunicazione ci aspetteremmo che il fantasma del video oltrepassi la soglia per minacciare la nostra dimensione, ma fortunatamente il video si accontenta dell'effetto spavento.

L'altro elemento individuabile è la bambina dai capelli corvini: film come The Grudge e The Ring hanno ormai contaminato la nostra visione iconografica del fantasma, la musica inoltre sembra provenire direttamente dalla famosa vhs maledetta di The Ring Verbinski version.

In sostanza questi 15 secondi rappresentano un po' la summa delle paure visive dell'uomo contemporaneo…

continua a leggere il post e soprattutto… guarda il video.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
Contents.media