Notizie.it logo

Quentin Tarantino sapeva che Harvey Weinstein molestava le attrici e non ha parlato

Quentin Tarantino

Quentin Tarantino sapeva che Harvey Weinstein era un molestatore, e non ha mai parlato. Più passano i giorni e più la faccenda delle molestie che ha sconvlto il dorato mondo di Hollywood si colora di tinte più fosche. È di queste ultime ore, infatti, la notizia secondo la quale il famoso regista, amato e parrezzato in tutto il mondo, avrebbe intenzionalmente taciuto.

Pare che la prima attrice a parlarne con lui fu Mira Sorvino, per un periodo compagna fissa di Quentin Tarantino. Anche lei, quindi, vittima delle molestie di Harvey Weinstein, anche lei succube di un sistema che, avendo detto di no al potentissimo produttore, l’ha messa da parte.

La Sorvino, infatti, ascrive proprio a questo suo rifiuto il fatto di non aver più lavorato per il dorato mondo del cinema hollywoodiano.

Dopo un periodo in cui è stata anche lei spesso scritturata per grandi film, ad un certo punto ha visto troppe porte chiuse e molti rifiuti. All’epoca delle molestie, però. a quanto pare non l’ha salvata essere la fidanzata di Quentin Tarantino.

Quentin Tarantino

Le parole di Quentin Tarantino
Il famoso e geniale regista hollywoodiano ha parlato di ciò che anche lui sapeva, spinto probabilmente da tutti coloro che in questi ultimi giorni hanno, uno dopo l’altro, accusato Harvey Weinstein. Ecco quali sono state, a questo proposito, le parole di Tarantino: “Sapevo abbastanza da poter fare di più. C’erano più di semplici pettegolezzi, il gossip normale. Non erano di seconda mano. Sapevo che aveva fatto alcune di quelle cose. Mi piacerebbe poter dire che mi sono assunto la responsabilità di affrontare quello che avevo sentito. Se avessi fatto ciò che dovevo in quel periodo non avrei dovuto lavorare con lui.“.

E, invece, a proposito delle molestie che Harvey Weinstein ha perpetrato ai danni di Mira Sorvino, ecco cosa ha aggiunto Tarantino: “Pensavo ‘Sto con lei, lui lo sa, non la importunerà, sa che è la mia fidanzata.’“.

Oneste, quindi, le parole del regista, che ha continuato: “Quello che ho fatto è stato considerarli degli incidenti marginali.

Tutto quello che dico ora sembrerà una stupida scusa. Abbiamo permesso che esistesse tutto questo perché è sempre stato così. Gli uomini che lavorano a Hollywood non dovrebbero fare solo dichiarazioni. Dobbiamo ammettere che c’è qualcosa di marcio. Giurare di comportarci meglio per le donne.“.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche