Pasta frolla: la ricetta per biscotti croccanti

Quanto ci piacciono i dolci fatti con la pasta frolla? Non ne parliamo!... o forse sì? Ecco allora la ricetta per biscotti croccanti e gustosi!!!

Stagione autunnale significa molti più rendez-vous casalinghi tra parenti, amiche con cui scambiarsi gli ultimi pettegolezzi di fronte ad una tazza di un buon tè fumante e perché no, a dei deliziosi biscotti di pasta frolla! Diciamo che la pasta frolla è l’impasto fondamentale per quasi tutti i dolci fatti in casa: crostate, biscotti, ecc.

e può essere declinata in tutte le sue variazioni per le persone che soffrono di intolleranze ed allergie ma, per questa volta, cerchiamo di capire insieme la ricetta per cucinare dei biscotti davvero fragranti!

Ingredienti pasta frolla per biscotti

Quali sono gli ingredienti per preparare una perfetta pasta frolla da leccarsi i baffi? Vediamo insieme, considerando di voler ottenere 1 kg di impasto:

  • 2 Uova fredde di frigo
  • 110 g Farina 00
  • 500 g Zucchero a velo
  • 200 g Burro freddo di frigo
  • 250 g Scorza di limone non trattato

Procedimento

Dopo esserci muniti di tutti gli ingredienti indispensabili per la nostra pasta frolla, è giunto il momento di dedicarci alla preparazione vera e propria. Cominciate col versare la farina nel mixer insieme al burro che avrete precedentemente tagliato a pezzettini. Aggiungete subito un pizzico di sale e date il via al mixer il quale dovrà roteare finché l’impasto non abbia una consistenza omogenea e sabbiosa.

Una volta che avrete spento il vostro apparecchio, potrete aggiungere lo zucchero a velo e l’uovo che avrete leggermente sbattuto, poco prima.

Grattugiate il limone e prendete solamente la scorza gialla (la parte bianca è da evitare visto che è la parte amara del frutto). A questo punto dovete accendere nuovamente il mixer ma ad una velocità molto bassa così si limiterà ad amalgamare il tutto senza frullarlo completamente.

Una volta che l’impasto sarà omogeneo e ben amalgamato, spostatelo dal mixer ed adagiatelo sulla spianatoia (preferibilmente in legno). Qui dovete compattare abbastanza rapidamente l’impasto altrimenti rischiate l’insorgenza del glutine ed invece otterrete un panetto omogeneo.

rivestite il tutto con uno strato di pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per mezzora (se non avete tempo) altrimenti per 12 ore, sarebbe molto meglio.

Passato il lasso di tempo desiderato, è tempo di tirar fuori la pasta frolla dal frigorifero, scartarla, porta sulla spianatoia e ridarle plasticità attraverso l’utilizzo del mattarello. Una volta che si sarà stesa e ammorbidita, sarà pronta per essere utilizzata per qualsiasi dolce vogliate creare.

Cottura

Una volta preparata la pasta frolla, base dei nostri fragranti biscotti, cosa dobbiamo fare? Diciamo che in generale, se la frolla vi serve per preparare una crostata, ci si dovrebbe mantenere su di una temperatura di 170° mentre per i biscotti sarebbe meglio una cottura sui 180°.

Ma come fare per sfornare biscotti davvero fragranti? Bisogna evitare che l’impasto sia troppo umido, e in tal caso sarebbe bene correre ai ripari aggiungendo un po’ di farina all’impasto. Se, al contrario, l’impasto risulta essere troppo asciutto, è necessario aggiungere un po’ di acqua (o latte vegetale). Nel caso in cui aveste esagerato col burro invece e quindi l’impasto risultasse essere piuttosto appiccicoso, ricorrete all’aggiunta di un po’ di farina. Potrebbe succedere che facciate cuocere troppo a lungo o troppo poco, i vostri biscotti perciò ricordate che i tempi si aggirano intorno ai 10 – 12 minuti.

Conservazione pasta frolla

La pasta frolla si può conservare in frigorifero per una settimana senza alcun tipo di problema. Non troverete alterazioni all’interno dell’impasto ma l’importante sarà lasciarla coperta nella pellicola trasparente. Se invece volete optare direttamente per il freezer, basta mettere l’impasto in un sacchetto antigelo. In questo modo la frolla potrà resistere benissimo per 2 o 3 mesi!

Altri tipi di contenitori che potreste utilizzare se in casa non avete a portata di mano la pellicola trasparente, o se comunque avete preparato i vostri biscotti, sono: contenitori di plastica con chiusura ermetica, barattoli di latta, oppure la carta forno. In realtà, anche il vetro può essere un vostro valido alleato nella conservazione dei biscotti di pasta frolla.

Consigli dell’esperto

Alcuni consigli provenienti direttamente da blog culinari autorevoli, ci danno alcune dritte per rendere più particolare il gusto dei nostri biscotti. Ad esempio, la pasta frolla si presta benissimo per essere aromatizzata ed in effetti, al posto della scorza di limone (o in sua aggiunta) è possibile utilizzare quella d’arancia. Per le più golose, potete munirvi di cannella!

Se volete ottenere una pasta frolla decisamente più friabile, invece di usare l’uovo intero, potete mettere il tuorlo all’interno del vostro impasto. Per una consistenza fine invece, lo zucchero a velo è perfetto mentre quello semolato donerà un effetto più granuloso. Infine, se vi piace vedere un colorito dorato sui biscotti che andrete a sfornare, basta che aggiungiate un 10 gr di miele circa ed il gioco è fatto!

Scritto da Claudia D'Agostino

Scrivi un commento

1000

Pressoterapia funziona? Le opinioni di esperti e non

Endometriosi: cos’è, quali sono i sintomi e come si cura

Leggi anche
  • pentola a pressionePentola a pressione elettrica: ricette e modelli

    La pentola a pressione permette di preparare piatti in pochissimo tempo senza rinunciare al sapore.

  • come utilizzare l'acqua di cottura della pastaCome utilizzare l’acqua di cottura della pasta: i consigli utili

    Hai l’abitudine di buttare via l’acqua di cottura della pasta? Forse non sai che ci sono alcuni modi creativi e utili per riutilizzarla.

  • amarantoAmaranto: i benefici sul corpo e sulla salute

    L’amaranto ha notevoli proprietà il che lo rendono un ingrediente ottimo anche per la dieta.

  • Frutta e verdura: come conservarla?Come si conserva frutta e verdura in estate: tutti i consigli

    Come conservare frutta e verdura in estate ed evitare sprechi alimentari? Ce lo spiega Coldiretti con un vademecum di consigli utili.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.