Olio per condire

L’olio può essere ricavato ad molti semi e piante diverse: in Italia l’olio più utilizzato è quello di oliva, ma si usano anche l’olio di semi di girasole, di mais, di soia.

Per il condimento dei piatti a crudo, quelli più consigliabili sono:

  • l’olio di oliva, meglio se extravergine, è uno di quelli che contiene il miglior bilanciamento tra Omega 3 e Omega 6; inoltre contribuisce ad assorbire meglio le sostanze contenute nelle verdure, ad esempio se lo si usa per l’insalata;
  • l’olio di semi di girasole è ottimo per chi soffre di colesterolo elevato, perchè aiuta a tenerlo sotto controllo; ha un elevato contenuto di vitamina E, che lo rende particolarmente adatto ad insaporire le pietanze, arricchendole al contempo;
  • l’olio di semi di mais ha una composizione molto simile a quello di girasole;
  • l’olio di semi di soia è molto indicato per chi soffre di ipertensione e colesterolo alto;
  • l’olio di semi di zucca, aiuta il transito intestinale e il buon funzionamento dei reni.
Scritto da Cristina Marziali
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Olio per cucinare: quale usare

Olio spremuto a freddo

Leggi anche
  • topinamburTopinambur: come utilizzarlo in cucina

    Dalle insalate alle zuppe sino al brodo, sono tantissimi i modi con cui cucinare il topinambur e tutti i benefici che apporta alla salute.

  • vaporiera elettricaVaporiera elettrica: i consigli per la cucina

    La vaporiera elettrica aiuta a preparare piatti sani e salutari in modo semplice e genuino per un regime alimentare adatto per il fisico.

  • hummusHummus: le proprietà benefiche sul corpo

    L’hummus è un piatto tipico della cucina mediorientale dalle tantissime proprietà e benefici utili al corpo e al benessere, in generale.

  • 
    Loading...
  • amazon prime day 2020Amazon Prime Day 2020: le offerte casa e cucina

    Amazon Prime Day 2020 si arricchisce di tantissime offerte relative alla casa e cucina con elettrodomestici e articoli.

Contents.media