Meghan Markle, spiegato il mistero delle braccia luccicanti

Ennesimo gossip su Meghan Markle e il principe Harry in visita in Oceania: a Tonga le braccia di lei erano scintillanti. Mistero svelato dai medici.

In questi giorni i Duchi di Sussex Meghan Markle e il principe Harry sono in visita ufficiale in Oceania. Si stanno spostando da una nazione all’altra secondo un programma diplomatico molto serrato e hanno continuamente gli occhi puntati addosso. Un po’ perché sono una coppia giovane e bellissima, un po’ per via della gravidanza dell’americana.

Ma c’è un particolare che ha fatto parlare molto durante la tappa a Tonga: le braccia di Meghan Markle. Scintillanti. Quasi come se fosse una fatina o una principessa fiabesca. In molti hanno cercato di spiegare il mistero delle braccia scintillanti e luccicanti della Markle. Adesso il motivo si sa, e il viaggio di Meghan e Harry può proseguire, dando nuovi spunti per i gossip.

Le braccia di Meghan Markle

Quando un membro della famiglia reale inglese si trova in viaggio per conto della Regina, non passa certo inosservato. Se poi si tratta dei novelli sposi Meghan e Harry, che piacciono tanto quanto l’altra coppia più chiacchierata del casato, Kate e William, ogni dettaglio viene notato. C’è chi passa Meghan Markle ai raggi X per trovare qualche errore di etichetta e criticarla e chi invece prende la cosa con molta più filosofia e apprezza il tocco di modernità che la giovane coppia è solita regalare ai sudditi di Sua Maestà.

Durante la tappa a Tonga e alle Fiji, c’è però un particolare che si è visto bene nelle fotografie e nei video: le braccia di Meghan erano particolarmente lucide, scintillanti e luminose.

Una crema corpo innovativa? Le ipotesi sono state tante, ma la risposta è molto meno fantasiosa: protezione contro le zanzare. Tanta protezione contro le zanzare. Il motivo è che nella zona di Tonga e Fiji ci sono alcune zanzare che trasmettono una malattia che si chiama Zika.

Si tratta di una malattia virale che viene trasmessa attraverso la puntura di alcuni tipi di zanzare. In quelle zone ci sono molte zanzare e, sulla quantità, qualcuna può essere infetta. La Zika è una malattia con sintomi molto simili alla febbre gialla o al dengue, virus che chi frequenta i paesi lontani conoscerà sicuramente molto bene.

Per proteggersi dal possibile attacco del virus è importante evitare di essere punti dalle zanzare infette. Il metodo più classico è indossare maniche lunghe. Ma non dimentichiamoci che in questo periodo dell’anno a Tonga siamo intorno ai 25° con circa il 90% di umidità. E alcune zanzare riescono a pungere anche attraverso le maniche lunghe. Quello che si può fare in più è utilizzare abbondantemente l’antizanzare. Ed è quello che ha fatto Meghan Markle.

La visita di Meghan e Harry

Non appena la Duchessa di Sussex ha messo piede a Tonga, tutti gli sguardi sono stati per lei. Bellissima come sempre e, se possibile, ancora di più, dopo l’annunciata gravidanza che porterà il principe Harry a diventare padre per la prima volta. L’abito indossato da Meghan è una creazione Theia di colore bianco, realizzato con le sembianze di un peplo di una divinità greca. Meravigliosa. Però con le braccia così misteriosamente luminose ha attirato molto l’attenzione, facendo partire un tam tam di gossip legato al motivo di tanto luccicare.

Come spesso accade quando ci sono di mezzo i reali inglese e non si vogliono azzardare ipotesi che potrebbero turbare Buckingham Palace, è stato interpellato un super esperto. In questo caso ci ha pensato la rivista Hello! e si è rivolta al Dottor Preethi Daniel, primario di una prestigiosa clinica londinese. Il luminare ha spiegato che si tratta sicuramente di una lozione insetto repellente per proteggere il corpo di Meghan dalla possibile puntura di insetti ed in particolare di zanzare portatrici ci malattie tropicali, soprattutto tenendo presente che la Markle è in dolce attesa. Le lozioni insettorepellenti non sono dannose per una donna incinta

L’antizanzare della consorte del principe Harry

Il prodotto utilizzato da Meghan potrebbe essere a base di eucalipto o di citronella. Durante la visita a Fiji invece la Duchessa ha optato per un abito con maniche lunghe. In questo caso potrebbe aver utilizzato uno spray antizanzare a base chimica spruzzandolo direttamente sul vestito. Come a Tonga, anche alle Fiji l’abito scelto dalla Markle è di colore chiaro, dal momento che i colori scuri, come quelli che ha indossato invece in Australia, attraggono maggiormente le zanzare. Una piccola curiosità: era stato consigliato a Meghan e Harry di non visitare destinazioni tropicali con rischio moderato di contagio di virus potenzialmente dannosi per la futura mamma, ma ancora una volta hanno voluto fare di testa loro.

Come consiglio da parte del professor James G. Logan, luminare londinese esperto di malattie tropicali, le maniche lunghe e abiti comodi dovrebbero essere un buon modo per tener lontani gli insetti. Lo ha confermato durante un’intervista alla rivista People e ha aggiunto che abiti non troppo attillati rendono più difficile che il morso di una zanzara dato attraverso un vestito raggiunga la pelle. In realtà però Meghan si veste ogni giorno come si sente e come desidera, senza seguire alla lettera le indicazioni che arrivano da Corte o dai medici. Nonostante le sia stato ripetuto più volte che una donna incinta non dovrebbe esporsi a rischi come il contagio del virus Zika.

Scritto da Laura Anna Gritti
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Grande Fratello Vip: lo chef Andrea Mainardi in lacrime

Vittorio Brumotti e Annachiara Zoppas a un passo dalle nozze

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.