Chi è Mario Martone: curiosità sul regista italiano

Mario Martone è ritenuto un vero e proprio talento della regia teatrale e cinematografica: tutto quello che c'è da sapere sul regista.

Mario Martone è un regista italiano considerato un genio teatrale, che nel corso della sua carriera ha ricevuto molti riconoscimenti.

Mario Martone

Nato il 20 novembre 1959 a Napoli, Mario Martone inizia la sua carriera come regista teatrale allestendo nel 1976 il suo primo spettacolo “Faust o la quadratura del cerchio”.

L’anno dopo fonda la compagnia teatrale Falso Movimento, scrivendo e allestendo diversi spettacoli. Dopo la messa in scena di diversi spettacoli, la compagnia si fonde con altre due, formando i Teatri uniti.

Continuando il suo lavoro a teatro, agli inizi degli anni ’80 esordisce come regista cinematografico di un cortometraggio, ma solo nel 1992 raggiunge il successo con il suo lungometraggio “Morte di un matematico napoletano”, per poi continuare a dirigere alcuni cortometraggi.

Nel 1996 realizza “L’amore molesto” e il cinema di Martone viene definito aspro e essenziale. Dal 1999 al 2001 è direttore artistico del Teatro Argentina di Roma, e dal 2003 è co-direttore del Teatro Stabile di Napoli. Partecipa alla regia collettiva del film “Un altro mondo possibile” e nel 2004 dirige la pellicola cinematografica “L’odore del sangue”.

Il regista dirige il film di successo e acclamato dalla critica “Noi credevamo” del 2010, in contemporanea alla sua attività come regista cinematografico è impegnato anche come regista teatrale, allestendo diversi spettacoli lirici di successo come “Le nozze di Figaro” e “Fidelio”.

Presenta al Festival di Venezia del 2014 il film dedicato a Giacomo Leopardi “Il giovane favoloso”, che riscuote molti consensi sia dal pubblico che dalla critica. Dopo quattro anni, Mario Martone dirige il film “Capri-revolution” in concorso alla Mostra del cinema di Venezia.

Nel 2019 presenta al Festival di Venezia la sua ultima pellicola “Il sindaco del rione Sanità”, adattamento cinematografico di un’opera teatrale già allestita dal regista.

Premi

Considerato un vero talento come regista teatrale e cinematografico, Martone ha avuto diversi riconoscimenti per le sue pellicole: quattro David di Donatello, di cui tre nella categoria Miglior regista, e uno per il miglior film. Ha vinto tre Nastri d’argento, tre Globo d’oro e cinque Ciak d’oro. Nel 1992 ha ottenuto il Gran Premio della giuria per “Morte di un matematico napoletano”.

Vita privata

Mario Martone è sposato dal 2010 con la sceneggiatrice Ippolita Di Majo. La coppia ha una figlia Luisa di 16 anni. Il regista vive con la famiglia a Roma. In passato il regista è stato impegnato in una relazione con l’attrice Anna Bonaiuto, che ha diretto nei suoi film di successo “Morte di un matematico napoletano” e “L’amore molesto”.

Scritto da Alice Sacchi
Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi era Bob Kennedy: curiosità sul politico statunitense

Chi è Jennifer Poni: tutto sulla concorrente di Pechino Express

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.