Lo speciale Isola dei Famosi sul blog “Format”

Non ci sono solo cronache e notizie per chi è appassionato di Isola dei Famosi. Il blog Format, curato da Ernesto Siciliano, da settimane ha iniziato un interessante speciale che entra nel merito "più tecnico" dell'Isola dei Famosi e del suo format televisivo, proponendoci tante interessanti chicche sconosciute ai più.

Uno speciale che vi invitiamo a leggere.

Qui sotto una parte dell'ultimo post sull'argom,ento Isola. Qui trovate tutto lo speciale.

di Ernesto Siciliano

"L'insieme dei naufraghi deve avere in piccolo le caratteristiche di una società primordiale in cui ciascuno ha un ruolo sociale e produttivo…".

Il casting dell'Isola punta a questo obbiettivo finale, come spiega Marta Perrotta nel suo Il Format Televisivo analizzando il prototipo dell'Isola, Survivor- Expedition Robinson, sulla base degli scritti di Paolo Taggi .

Gli autori arrivano a creare questo assortimento ideale seguendo alcuni criteri precisi.

Innanzitutto, i responsabili della selezione  valutano le variabili "età" e "professione" dei partecipanti.

Poi, individuano personalità agli antipodi che mettano in scena le dinamiche di gruppo previste dalla sceneggiatura virtuale.

Afferma a proposito Paolo Taggi:

"Una coppia oppositiva classica è quella del buono e del cattivo messi in relazione tra loro già sulla carta. Ed a loro insaputa. Il cattivo può essere un forte egocentrico.

Comunque un personaggio che spicca nel gruppo. Spesso è molto affascinante. E' una di quelle persone che ci fa piacere vedere, di cui magari il pubblico o gli altri possono anche ridere, provandone il relativo senso di colpa. il cattivo dovrà essere un lupo solitario e un diverso. Il buono è colui che fa dei sacrifici, sopporta le idee del cattivo e spesso deve cedere alla sua volontà e prepotenza".

Altro modulo drammatico precostituito, in ordine di importanza, è la coppia di amanti potenziali.

"E' composta da persone attraenti e libere sentimentalmente. Non devono necessariamente vivere una storia nel corso del programma. Il loro può essere anche un amore impossibile."

Altre figure che ricalcano il classico schema degli archetipi vogleriano sono il dittatore (individuo affamato di potere, si rivela tale durante l'esecuzione dei compiti e dei giochi) il buffone (che ha il compito di cambiare registro, far calare la tensione e non ha problemi davanti alle situazioni imbarazzanti) il personaggio pericoloso (con cui è difficile interagire ma che tutti stimano) la figura materna-paterna (punto di riferimento nei momenti difficili) e il saggio (trova soluzioni geniali quando tutto sembra vada male, intelligente e concreto).

Oltre ai ruoli stabiliti sulla carta, c'è il jolly a sorpresa.

Nel corso del programma, gli autori ricercano nei personaggi scelti una possibilità di cambiamento, delle linee di sviluppo che possano scardinare un sistema di rapporti cristallizzato.

Questo potenziale evolutivo interiore di ogni partecipante, Taggi lo definisce "metamorfosi".

[continua a leggere]
1

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
Contents.media