La moda di un tempo nei quadri di Tamara De Lempicka

uno dei dipinti in mostra
La pittrice polacca Tamara De Lempicka (pseudonimo di Tamara Rosalia Gurwik-GÃrska) è stata senza dubbio una delle personalità artistiche femminili più influenti per quanto riguarda l’imposizione di nuovi stili negli anni Venti – Trenta.
Il Complesso del Vittoriano, perciò, ha deciso di dedicarle una vasta mostra monografica, comprendente 90 dipinti, 30 disegni, 50 fotografie e 2 filmati d’epoca che la vedono protagonista, oltre a 13 opere di artisti connazionali con i quali l’artista si frequentò fra Parigi e Varsavia.

Soprattutto da certi quadri in particolare, emerge il gusto raffinato che Tamara prediligeva e divulgava con decisione. Ella, ad esempio, amava molto gli abiti di Madame Schiapparelli e l’iconografia di certe copertine di Vogue, a cui si ispirò per le composizioni raffiguranti delle donne in primo piano e i grattacieli di Manhattan sullo sfondo.
La creativa in persona disegnò del resto copertine per le riviste, come pure bozzetti per pubblicità e figurini vari.

Il dipinto Le Amiche (1928), infine, testimonia il successo già ottenuto in quegli anni da Coco Chanel: le due giovani signore del ritratto indossano appunto cappellini a la cloche, un filo di perle e una giacca in jersey con motivi geometrici, tutti capi e accessori promossi fin da allora dalla celebre fashion designer.
L’esposizione si protrarrà fino al 10 luglio, seguendo i seguenti orari:

dal lunedì al giovedì 9.30 – 19.30;
venerdì e sabato 9.30 – 23.30;
domenica 9.30 – 20.30

(ingresso da Via S.

Pietro in Carcere)

(Foto © www.artinforma.it)

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Christian Dior: haute couture 2010

“D’altronde…sono uomini!”: il product placement debutta in un romanzo

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.