Grande Fratello, cronaca della quattordicesima puntata: chiarimenti (mah) tra Vanessa, Marco e Alberto. Marcello eliminato (anzi, no, salvato)

Grande Fratello 9, quattordicesima puntata. E' un momento un po' particolare, lo so, proprio per questo vi invito a passare qualche minuto di assoluta spensieratezza. Grazie Paul S. per l'ennesimo regalo.
Sinossi della Puntata
di Paul S. (inviato ufficiale di Tele dico io nella casa del Grande Fratello)

Sinossi della puntata

Prima ora: Si inizia con un inevitabile “omaggio” ai terremotati dell’Abruzzo (che suona un pizzico interessato, del tipo: “Guardate come ci preoccupiamo e quanto siamo buoni”).

Personalmente diffido delle pubbliche dimostrazioni d’umanità da parte di gente che per il resto del tempo spaccia il parlarsi alle spalle e lo sputtanamento per normalità… ma tant’è. Mostrano un video che descrive come i ragazzi hanno vissuto il terremoto (l’hanno avvertito anche loro in piena notte). Per fortuna non sembra esserci molta voglia di fare festa. Alessia continua a dire che sarà una puntata diversa dal solito, vedremo se sarà vero.

Il primo argomento della serata è, magguarda un po’, l’ennesimo confronto tra Marco e Vanessa. Lo dico chiaro: non mi frega nulla di cosa ‘sti due hanno ancora da dirsi. Dopo un palloso video riassuntivo c’è il faccia a faccia tra i due, dove partono sesquipedali banalità da parte di entrambi. Marco parla di video ‘fuorvianti’, suggerendo nuovamente che il GF in realtà manovri le cose. MA VA’? Lei tende ad esprimere le sue (poche) idee come una bimba di nove anni, usando in tutto tre sostantivi e due aggettivi.

Lui dà la colpa a lei (riassumendo, le dà della mignotta), lei dà la colpa a lui (riassumendo, gli dà del vigliacco). In generale, segmento imbarazzante e puerile, in cui tutti fanno una pessima figura.

Ma non è finita qui: emozionante (yawn) confronto tra Vanessa, Gianluca e Siria, di cui nessuno sentiva il bisogno. Cyborg-Vane dice a lui che è uno stratega, ed il napoletano risponde che lui non ha mai usato una strategia. Bugia talmente colossale che c’è solo un modo per descriverla: “Bomba di Maurizio Mosca”. Vanessa poi si rivolge a Siria, dicendole che fa la paladina della giustizia mentre invece è cattiva, una serpe ed una falsa. Siria astutamente nicchia e fa la gnorri, rigirando la frittata. Segmento inutile e pretestuoso, coi concorrenti che vengono scagliati l’uno contro l’altro dagli autori ed usati come dei Ferdi (cioè come dei pupazzi).

Seconda ora: Si parla ora dei nominati della settimana, ovvero Marcello, Francesca e Roberto. Parte un altro video, in cui ovviamente fanno apparire Roberto come un crudele serial killer (Ha osato dire alla Mucca Cristina che è una povera scema! Puniamolo!), la napoletana come un candido angioletto tutto cuore e amore, e Pastamatic come un simpatico fesso. Uh, Signorini dichiara che Francesca sta giocando con Ferdi. Come immaginavo: i due fasulli piccioncini, dopo un paio di settimane di immeritata protezione totale, verranno presto scaricati dagli autori. Il primo concorrente che può proseguire il gioco è… Marcello, che poi viene chiamato in Confessionale per una sorpresa speciale, ovvero un messaggio di sua nonna. Alessia: “Marcy, ci pensi mai alla vittoria?”, e lui: “No, vorrei arrivare in finale”. Non è proprio esatto, son due mesi che parla solo di quanto gli servano i soldi del montepremi. Ennesimo scuoiamento dei concorrenti in diretta, che devono dire pubblicamente chi vorrebbero uscisse tra Francesca e Roberto. Ormai ‘ste robe indegne passano quasi inosservate, boh. Gianluca rivela che vorrebbe rimanesse la ragazza perché “si lanciano occhiate da lontano”, e la Marionetta Ferdi ha un sussulto, ahah. Momento dell’eliminazione: l’inquilino che deve abbandonare la Casa è… Roberto. Che sorpresona, mamma mia, ho il cuore a mille per la suspense.

Il prossimo argomento è la tensione (?) di Alberto. Video sui dubbi del genovese su Cyborg-Vanessa (dubbi instillati nel ragazzo prevalentemente dagli autori, visto che l’altra volta gli han mostrato dei video in cui anche Vittorio dubita di lei). Danno insensatamente la parola a Claudia, Annachiara e gli altri eliminati, e questi ne approfittano per sputar veleno a caso un po’ su chiunque. Vanessa si alza e va a parlare con la famiglia di Alberto, che è in prima fila. Bacia perfino la nonna di Alberto. Momento tremendo.

Alessia annuncia una nuova eliminazione a sorpresa. Siria viene mandata nella stanza delle sorprese, Francesca nel Confessionale, Cristina nella stanza da letto scura. I ragazzi rimangono sul divano. La Marcuzzi spiega che ogni ragazza potrà salvare un ragazzo. Aridaje. Bye bye Marcello. Francesca, come da copione, salva Ferdi il Burattino. La Mucca Cristina si atteggia inutilmente e salva Gianluca. Alberto è seccato e protesta pubblicamente per le meccaniche di gioco sciocche e sessiste (son sempre le ragazze a decidere). La Marcuzzi, stizzita, piazza un ridicolo pistolotto moralista ad Alberto, dicendogli che polemizza troppo. Alessia ha il coraggio affermare che il GF *non* manipola le scelte del pubblico e che il pubblico *non* sceglie in base ai video che il GF mostra. E’ assolutamente vero: il pubblico, infatti, non decide proprio un cazzo di niente (scusate il francesismo). Presumo comunque che Alberto, presto o tardi, pagherà cara la sua insubordinazione. Su Sky il Pupazzo Ferdi, dall’alto del suo essere paraculato dagli autori, ficca il naso in faccende non sue ed esaspera Alberto, con cui ha un diverbio.

Si torna da Siria, che salva Alberto. Marcello, dunque, è eliminato. Come no, ci crediamo tutti. Pastamatic piange lacrime amare ed esce, ma ecco che parte il televoto per salvare Marcello: volete buttar soldi per far sì che uno che non conoscete divenga famoso? Votate!

Terza ora: Roberto fa il suo ingresso in studio. E’ tutto talmente interessante che cambio canale, scusatemi. Mannaggia, la partita su Raiuno è finita, mentre su Italia 1 Jackie Chan parla con degli Zulù (!?). Torno su Canale 5: la colpa di Roberto pare sia quella d’essere poco appetibile mediaticamente. Non litiga senza motivo, non limona con nessuna, parla solo se ha qualcosa da dire, è educato. In due parole, per gli sciacalli del GF non ha appeal.

C’è una sorpresa per la Mucca Cristina: un bambolotto dall’inquietante nome di Bimbolo, residuo di quand’era piccola (perché, quando mai è cresciuta?), e qualche istante passato a parlare con mammà da dietro un vetro. Per tutto il tempo Cristina piange in modo lagnoso ed infantile, per poi disperarsi come se avesse perso la famiglia in un bombardamento quando la mamma va via. Annacquamento delle emozioni a palla, meno male che all’inizio Alessia aveva spergiurato che si sarebbe trattato d’una puntata diversa per rispettare i terremotati. Le bugie hanno le gambe corte e le tette grosse, a quanto pare.

Prova Settimanale: un indispensabile tiro alla fune tra Gianluca, Alberto ed il Fantoccio Ferdi contro tre disgraziati ripescati tra gli avanzi della storia del GF: Roberto il Pipparolo, Gianfilippo e Mario del GF8. Me cojons! Vincono quelli del GF8 alla fine d’una sfida vissuta con lo stesso pathos d’una manicure dall’estetista.

Marcello viene condotto in studio, ma una grata lo separa dalla Marcuzzi. Gli viene spiegato che potrebbe rientrare in gioco grazie al pubblico e lui, con l’espressività d’uno stendipanni, annuisce e ringrazia. A vederlo sotto le luci dello studio Pastamatic sembra diverso, ha delle sopracciglia che Peo Pericoli se le sogna, non c’avevo mai fatto caso. Vabbè, ad ogni modo Marcello può rientrare in Casa. Come se potesse mai avvenire il contrario. Che farsa monumentale.

Ussignùr, tentano di far litigare Alberto e Marco con un pretesto idiota. Mabbasta con ‘sto Marco, rimettetelo nello sgabuzzino, per cortesia. Ah, era tutto fatto apposta per dare il tempo a Pastamatic di rientrare, ok. L’idiota rientra urlando, ma ahahah, in salotto non c’è nessuno ad attenderlo. Gli altri sono in stanza, e lì lui li ritrova, festeggiato come ad una veglia funebre. Il Migliore della Settimana, intanto, è… Alberto, che dunque è immune. Il Pupazzo Ferdi sbava dalla rabbia. Iniziano le Nominations, che trovate a piè pagina. Ci andranno i quattro più nominati, che è come dire: “Mandiamo l’intera Casa al televoto e proteggiamo il Concorrente-Fantoccio (Ferdi) finchè possiamo”. Piccola sorpresa anche per Gianluca: un breve scambio di battute col fratello (Geppo, Gekko o Fesso, non ho capito, sorry). Al televoto questa settimana vanno Siria, Ferdi, Marcello e Francesca. Mi sbilancio e preconizzo già da ora l’uscita di Siria, a meno di stravolgimenti epocali. Cosa ne pensate voi? Esprimetevi, se vi è gradito 🙂 L’appuntamento, salvo imprevisti, è per lunedì prossimo con la Semifinale.

Nominations:

Alberto: Ferdi e Francesca

Francesca: Marcello e Siria

Gianluca: Siria e Francesca

Ferdi: Siria e Cristina

Siria: Marcello e Ferdi

Cristina: Marcello e Ferdi

Marcello: Francesca e Siria

P. S. = La simpatica Legrezia mi ha chiesto di descrivere meglio Gianluca, ed io non posso certo deludere una lettrice (in realtà il Megadirettore Sig. Failla mi farebbe pagare col sangue ogni eventuale perdita d’utenza, ma non sottilizziamo). Avevo già tracciato il profilo di Gianluca in una precedente occasione (il Mega Pagellone del GF), ed a quello mi affido:

“Gianluca è il più grande paraculo di questa edizione. Sia chiaro, io lo adoro per questo. Nei primi giorni mi era insopportabile, poi ha iniziato a farmi letteralmente sganasciare con i suoi modi di fare palesemente melodrammatici. E’ talmente impostato che non si può non volergli bene. La sua strategia principale consiste nel mettere a proprio agio la gente, forte del fatto che se le persone stanno comode, abbassano la guardia, e possono prenderlo nel deretano più agevolmente. La discriminante della sua intera esistenza pare sia il caffè, per lui vera ed unica panacea di ogni male. Deve parlare con qualcuno? Prendiamoci ‘o cafè. Vede un amico giù di morale? Prendiamoci ‘o cafè. Vuole sedurre una donzella? Prendiamoci ‘o cafè. L’Uragano Katrina gli ha distrutto casa? Prendiamoci ‘o cafè”.

Aggiungerei solo due cose: difficilmente vorrei Gianluca come amico, ma vederlo in tv è uno spasso. Non fa mai nulla d’avventato, ed ha spesso un piano di riserva con cui trarsi d’impaccio. Se messo alle strette, prende tempo scoccando un mellifluo sorriso, ma intanto la sua mente vortica, cercando quella via d’uscita che possa farlo apparire il più innocente possibile. Un vero genio del male 🙂

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
Contents.media