Format italiani nel mondo: la fuga della fantasia all’estero

La creatività degli autori televisivi nazionali è apprezzata all'estero.

Affari e Finanza di Repubblica si occupa di due format ideati da società italiane ed approdati nelle maggiori reti del mondo.

Il primo è Gino's Kitchen Tour, programma per ragazzi della Simple acquistato da Dish Network, secondo network satellitare Usa.

L'altro prodotto è la sitcom Quelli dell'intervallo, sviluppata dalla filiale italiana di Disney Tv, che sarà adattata ed "estesa" ai mercati di Inghilterra, Spagna, Germania, Francia, Cina, India e U.S.A tramite Disney Channel.

Entrambi, informa il supplemento di Repubblica, sono fruibili su piattaforme differenti: su Tv e pc il prodotto di Simple, su tv, cellulare e iPod la fiction di Disney Italia.

Al Mipcom di Cannes era stata invece comprato poche settimane fa dalla statunitense Fox Television Studios International, una delle più grandi società dell'audiovisivo a livello mondiale, il format tv Buttafuori dell'italiana Wilder.

In questo blog, avevo dato notizia di un altro successo italiano all'estero, nel campo dei cartoni animati: Monster Allergy della Rainbow di Iginio Straffi, venduto alla Warner Bros.

La multicanalità e la specializzazione di "nicchia" sembrano dunque le vie maestre di una felice ricerca italiana: una sperimetazione che per ora non riceve molto credito dall'angusto sistema generalista nazionale monopolizzato da Rai e Mediaset, che reprime la fantasia in nome del businness e dell'auditel.
Vai all'articolo di Affari e FinanzaVai al sito ufficiale della sitcom di Disney Italia Quelli dell'IntervalloVai al post di format sui cartoon's di Iginio Straffi Vai al sito di Buttafuori, interpretato in Italia da Valerio Mastrandrea e Marco Giallini

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Il TG1 Š in vantaggio non solo grazie al preserale

La Pupa e il Secchione: vincono Rosy e Sala, ma Š Monti il vero vincitore

Leggi anche
Contents.media