Chi era Filippo Tommaso Marinetti: storia del futurista italiano

L'impatto che Filippo Tommaso Marinetti ha avuto nel '900 è incredibile. Non è mai riuscito a spiccare come scrittore, ma i suoi manifesti rivoluzionari hanno cambiato un secolo.

Il futurismo è stata la prima avanguardia d’Europa e si deve a Filippo Tommaso Marinetti il merito di averla fondata e aver raccolto le infinite forme artistiche da far esprimere sotto questo movimento letterario.

Chi era Filippo Tommaso Marinetti

Filippo Tommaso Marinetti (Alessandria d’Egitto, 22 dicembre 1876 – Bellagio, 2 dicembre 1944) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano.

Cresce con il padre avvocato civilista impiegato della Società del Canale di Suez che gli porta stabilità economica e permette a Marinetti di avere un patrimonio per costruire la propria attività culturale.

chi era filippo tommaso marinetti

Entra in un collegio gesuita francese nel 1888 dove scopre l’amore per la letteratura. Qualche anno dopo fonda la rivista scolastica “Papyrus”, ma rischia l’espulsione per aver introdotto a scuola le tematiche scandalose proposte da Emile Zola. Si diploma quindi a Parigi e successivamente si iscrive alla facoltà di legge di Pavia insieme al fratello Leone.

Questo viene a mancare a soli 21 anni così Filippo dopo aver conseguito la laurea abbandona il settore per dedicarsi alla letteratura e non smetterà mai farlo.

L’avvio della carriera letteraria

Scrive il Manifesto Futurista e tutta Europa inizia a parlarne ma purtroppo non ha altrettanto successo con altre opere tra cui le proposte drammatiche. Nonostante l’iniziale insuccesso come drammaturgo e scrittore, nel 1910 conosce i tre giovani pittori Umberto Boccioni, Carlo Carrà e Luigi Russolo che vogliono aderire al Movimento. Tra i loro “happening”, forme d’arte contemporanea, il più eclatante è sicuramente quello contro Venezia.

chi era filippo tommaso marinetti

Nel 1911 è costretto a mettere in pausa la sua vita tra circoli culturali perchè inizia la guerra in Libia. L’unico tra i suoi colleghi ad appoggiarla chiede di poter partire come giornalista di guerra. In questo periodo scrive molte lettere agli amici a casa che lasciano testimonianze sullo scontro. Nel frattempo lavora anche ad un romanzo ma non si sente soddisfatto e vuole rinnovare il linguaggio poetico passando alle “parole in libertà”.

Parole in libertà, la politica e il manifesto tattilista

Con parole in libertà ci si riferisce ad una tecnica poetica nuova che vuole distruggere la sintassi. Viene abolita la punteggiatura e si ricorre spesso ad artifici verbo-visivi che hanno disorientato anche colleghi futuristi. Ottiene però l’appoggio della rivista fiorentina Lacerba di Giovanni Papini e compone “Zang Tumb Tumb”, un innovativo reportage di guerra.

In questi stessi anni si schiera a favore dell’intervento contro Austria e Germania dopo l’attentato di Sarajevo. Brucia delle bandiere austriache in piazza del Duomo a Milano e viene arrestato. Sceglie poi di arruolarsi nuovamente come volontario insieme agli Alpini.

chi era filippo tommaso marinetti

Terminata la guerra sente di dover fare la rivoluzione dopo i risultati del trattato così fonda il Partito Politico Futurista in cui appoggia il passaggio dalla monarchia alla repubblica. Dopo altre notti in carcere e l’accusa di fascismo decide di abbandonare il mondo politico e tornare alla letteratura meno sperimentale.

Insieme alla nuova compagna Benedetta Cappa durante un viaggio insieme torna invece ai suoi esperimenti e scrive il Manifesto Tattilista in cui concepisce una nuova forma d’arte multi-sensoriale.

LEGGI ANCHE: Chi era Man Ray: tutto sull’esponente dadaista

LEGGI ANCHE: Chi era Indro Montanelli: tutto sul giornalista italiano del 900

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Scegliere la lingerie che valorizza le forme

Regali di Natale 2020 tecnologici: le migliori idee hi-tech

Leggi anche
  • chi era bobby fischerChi era Bobby Fischer: storia del campione di scacchi

    Bobby Fischer ha fatto la storia del mondo degli scacchi e la sua personalità eccentrica l’ha reso ancora più memorabile.

  • chi è jim carreyChi è Jim Carrey: vita del grande attore statunitense

    Jim Carrey ha preso parte ad alcune delle pellicole comiche più amate degli ultimi anni interpretando sempre personaggi iconici.

  • chi era arturo toscaniniChi era Arturo Toscanini: storia del direttore d’orchestra

    Idolatrato dalla critica per tutta la sua vita, Arturo Toscanini ha avuto la fortuna di essere riconosciuto per il talento che era.

  • chi è kate mossChi è Kate Moss: vita dell’iconica topmodel

    Kate Moss è stata un’indimenticabile topmodel che ha fatto la storia della moda. Scopriamo il percorso dell’it girl britannica.

Contents.media