Fabrizio Corona, un impero fatto di segreti… molti ancora da svelare

Perchè piace tanto Fabrizio Corona ( comprese fidanzate ed effusioni alle Maldive)? Ce lo si è chiesto molte volte. La risposta potrebbe essere riassunta con un unico aggettivo: Corona è furbo. Molto furbo. Persino quando si fa pizzicare per la decimilionesima volta senza patente o fa i gestacci ai fotografi che 'come hanno fatto a trovarmi qui?'.

Il suo impero si poggia sul "rispetto" e l' "onore" (dice lui), oltre che su una bella dose di faccia tosta. IlGiornale questa mattina riporta qualche punto oscuro del suo passato venuto alla luce solo ora. Cosette come fondi neri nascosti in Svizzera, tangenti ai giornalisti (che spesso e volentieri vengono usati e rigirati a suo uso e consumo), 'bidoni' ai fotografi, 'starlette' usate come esca. Già qualche tempo fa l'ex-fotografo dei vip aveva spiegato il "Metodo Corona" (foto IlGiornale).

Ci sarebbe anche una mazzetta pagata ad un secondino per fare entrare a San Vittore la macchina fotografica con cui paparazzarsi da solo. Corona è legato a doppia mandata con il suo lavoro, nonostante il crac della Corona's srl, per il quale è indagato per bancarotta fraudolenta.

"Gola Profonda" davanti al pm di Potenza Henry John Woodcock il fotografo Fabrizio 'Bicio' Pensa che ha messo a verbale accuse pesantissime.

Pensa aspetta ancora dei soldi da Corona: si parla di diverse decine di migliaia di euro, e per questo ha denunciato il 'furbetto' per truffa.

Ha raccontato che esiste una contabilità parallela, un bilancio fantasma, il "sacco nero" come lo chiama il pm Woodcock: Fabrizio ai suoi collaboratori non dà tutti i soldi, ma "fa dei falsificati, dei buoni". Corona dovrebbe girare le percentuali sui servizi venduti alle riviste ai suoi fotografi. Ma secondo Pensa "ai fotografi andavano solo le briciole, mentre gran parte del denaro finiva nella contabilità occulta".

Questi fondi finivano in Svizzera o a San Marino, secondo quanto riportano le indagini del Nucleo di polizia tributaria della finanza, e su questi conti esteri ci sarebbero depositi per circa due milioni di euro.

IlGiornale poi ha raccontato nelle scorse settimane di una srl con capitale sociale di 10mila euro, dei quali solo 10 erano intestati a lui e il resto (9.990 euro) era intestato all'Unione Fiduciaria, che li gestiva per conto di un cliente.

E poi ci sono le fatture non pagate (così come l'affitto, le multe, i contributi, le tasse): solo nei confronti della Mondadori Pubblicità la Corona's ha un debito di 38.857,80 euro di spazi mai pagati.

Insomma…la sua è una posizione indifendibile. E proprio per questo Corona e il suo "metodo" hanno così tanto successo.

Tratto da Milano 2.0.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
Contents.media