Detox: qual è la dieta disintossicante ideale da seguire

La dieta detox è molto conosciuta. Vediamo alcune ricette e frullati che si usano in questo particolare regime alimentare. Quanto dura?

Qual è la dieta disintossicante ideale da seguire? Vi sono diverse ricette, ma anche frullati, da assumere per una perfetta dieta detox. Vediamoli meglio insieme.

Menu completo della dieta detox

Il menu completo della dieta detox prevede il consumo di particolari tipi di cibi, anziché di altri.

Si tratta di un regime alimentare che si basa sull’eliminazione delle tossine esogene, cioè quelle che provengono dall’esterno, che sono presenti nell’organismo.

Si tratta, prevalentemente, di tossine che provengono dallo stress, dal prolungato uso o abuso di farmaci, di alcool come anche cibo spazzatura. Insomma, di alimenti che contengono sostanze ipercaloriche e molto grasse.

Cerchiamo di eliminare, quindi, alcuni tipi di alimenti nel momento in cui si decide di seguire tale dieta.

Si tratta, prevalentemente, di caffè o tè, alcolici, zuccheri aggiunti e raffinati, di sodio, il glutine, che è contenuto in molti cereali, nonché latte e derivati, ma anche dolcificanti di origine sintetica.

Ovviamente, dalla dieta dovranno sparire anche tutti i grassi “cattivi”, ovvero quelli saturi ed idrogenati.

Ricette per la dieta detox

Le ricette per la dieta detox sono in genere molto semplici, dato che non contengono molti ingredienti. Vediamone alcune a titolo esemplificativo.

Una ricetta interessante potrebbe essere la spuma di barbabietole allo zenzero. Avremo bisogno, per tale ricetta di:

  • una barbabietola cotta;
  • 50 g di mandorle;
  • 3 fettine di zenzero fresco;
  • 2 cucchiai di succo di limone;
  • sale;
  • 2 cucchiai di crema di mandorle non dolce;
  • alcuni germogli di barbabietola;
  • nachos di mais bianco.

Per iniziare, andiamo a sbucciare la barbabietola e tagliamola a dadini, mettiamola nel mixer assieme alle mandorle, che verranno prima sminuzzate grossolanamente, assieme allo zenzero sbucciato e tritato finemente, il succo di limone e un po’ di sale.

Frulliamo bene e aggiungiamo al composto la crema di mandorle, continuando ad azionare il mixer. Mettiamo in una coppetta, aggiungiamo i germogli di barbabietola come guarnizione e serviamo con i nachos.

Un’altra ricetta molto quotata è il filetto di branzino in salsa di pomodori verdi. Abbiamo bisogno di:

  • 4 filetti di branzino;
  • 60 g di mandorle sgusciate;
  • 1 cucchiaio di pepe;
  • 4 pomodori verdi;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 8 olive nere;
  • 1 cucchiaino di origano;
  • 2 cucchiai di aceto bianco;
  • olio d’oliva;
  • sale.

Saliamo i filetti e affettiamo i pomodori verdi. Scaldiamo, nel frattempo, 3 cucchiai di olio con l’aglio in camicia in una casseruola. Uniamo poi le olive a filetti, l’aceto e facciamo evaporare, uniamo anche l’origano e poi i pomodori, mentre eliminiamo l’aglio.

Sciacquiamo il pesce e asciughiamolo. Tritiamo le mandorle e mescoliamole all’olio e al pepe. Rosoliamo bene i filetti di branzino in una padella solo dal lato della pelle, per circa 3 minuti. Spegniamo e mettiamo in una teglia foderata con carta forno.

Dalla parte della polpa uniamo le mandorle, facendole aderire con le mani, passiamo il tutto in forno a 180°C per circa 5 minuti e serviamo ben caldo, assieme ai pomodori verdi.

Frullati per la dieta detox

La dieta detox è conosciuta anche per i suoi frullati. Ve ne sono di molteplici; da quelli di fragola ed anguria in eguale quantità, con tanto di lime non trattato e un pezzetto di zenzero, oppure quelli con spinaci, banane e sedano. Questo è realizzato frullando 2 mele, 1 banana matura, 1 costa di sedano, 40 g di spinaci crudi e 100 ml di acqua.

Anche quello con arancia e mela è molto utile: ci vogliono 4 arance, mezzo limone, 2 mele, sedano, cannella e 1 pompelmo. Si frulla il tutto e si beve subito, per non disperdere le preziose vitamine presenti.

Dieta detox di tre giorni

La dieta detox di tre giorni è un regime alimentare molto duro, che dev’essere prima consigliatovi dal vostro medico. Il fai da te, infatti, non va mai bene.

Ci sono moltissime varianti della dieta dei tre giorni. Vediamone un esempio. Il primo giorno si può iniziare con una colazione a base di tè verde, 2 gallette di mais con 3 cucchiaini di marmellata non zuccherata.

A pranzo via libera a riso integrale con insalata. A cena 150 g di pesce al vapore con contorno di verdura. Gli spuntini saranno a base di frutti di bosco e 1 fetta di ananas.

Il secondo giorno potrebbe prevedere una colazione simile alla precedente, mentre il pranzo consta di orzo, zucchine e 150 di germogli. A cena andranno bene 120 g di carne bianca più verdura cruda. Per lo spuntino e merenda, rispettivamente un frutto e un budino di soia.

Infine, vediamo il terzo e ultimo giorno. Colazione sempre uguale, mentre a pranzo si può prediligere la pasta di farro con contorno di cicoria.

A cena, via libera alla carne rossa, come arrosto di vitello magro, più verdura cucinata al vapore e 50 g di riso lessato. Per spuntino e merenda, si può optare per 1 frutto e del latte di riso con un cucchiaino di cacao amaro in polvere.

Scritto da Erika Vettori
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Feng shui: che cos’è e come applicarlo

Ciclamini: i trucchi per coltivarli

Leggi anche
  • dieta della menopausaDieta della menopausa: come perdere peso a 60 anni

    La dieta della menopausa, non solo aiuta a perdere peso in questa fase, ma permette anche di tenere sotto controllo alcuni valori riducendo i rischi.

  • tisana zenzero limoneTisana allo zenzero e limone: benefici e proprietà della bevanda

    Con l’arrivo dell’inverno ci si concedono più coccole, tra cui la tisana allo zenzero e limone. Scopriamo quali sono tutti i benefici di questa bevanda.

  • palline vaginali cinesiPalline vaginali cinesi: cosa sono e a cosa servono

    Non solo sex toy. Le palline vaginali cinesi hanno infatti un’origine ben diversa, servono infatti per fare ginnastica! Ecco cosa sono e a cosa servono.

  • trattamenti spa a casaTrattamenti SPA da fare a casa per rilassarsi come al centro benessere

    Trasformare la propria casa in un centro benessere fatto su misura? Si può! Ecco alcuni consigli su tutti quei trattamenti SPA facilmente replicabili.

Contents.media