Il corredo da sposa: una tradizione che si è evoluta nel tempo

Com’è cambiata l’usanza del corredo matrimoniale? Quali sono ancora i punti in comune con il passato?

Il corredo sposa è una tradizione ‘antica’ che si tramanda da secoli, nella maggior parte delle famiglie italiane e che, con il passare del tempo, ha subito dei mutamenti.

La maggior parte delle donne italiane hanno visto, sin da bambine, che le loro mamme e le loro nonne acquistavano delle lenzuola, delle tovaglie, degli asciugamani, spiegando che tutti questi oggetti avrebbero composto il corredo matrimoniale sposa che sarebbe andato loro in dono nel giorno delle nozze.

La tradizione voleva che i pezzi del corredo sposa fossero dodici o multipli di dodici, più il corredo era ‘ricco’ più la sposa aveva valore. Fortunatamente, adesso, non si da più valore alla sposa in base alla dote che porta, ma la tradizione del corredo è ancora molto forte e sentita, nonostante abbia subito delle evoluzioni nel corso del tempo.

Quali sono i cambiamenti rispetto al passato?

Adesso, quando si realizza un corredo sposa l’obiettivo principale è quello di soddisfare le necessità della coppia e di acquistare biancheria ‘pratica’.

Prima, infatti, il corredo veniva composto solamente pensando alla sposa; lo dimostra il fatto che la realizzazione del corredo iniziava sin da quando la potenziale sposa era in tenera età, cioè quando neppure conosceva il suo futuro marito e il matrimonio era un evento ancora molto lontano.

Ai tempi d’oggi, invece, il corredo matrimoniale viene creato quando le nozze sono state stabilite e per realizzarlo si acquista biancheria che può essere utile ad entrambi i membri della coppia. Inoltre, a differenza del passato, tutti i capi che compongono il corredo sono realizzati con tessuti più pratici e facili anche da lavare e stirare; ad esempio si prediligono le lenzuola di percalle di cotone rispetto a quelle di seta in quanto più semplici da gestire, oppure si scelgono gli asciugamani di cotone e non più quelli di lino poiché assorbono più acqua e si stropicciano di meno.

Creare un corredo matrimoniale per una coppia moderna è più semplice di quanto si possa pensare; abbiamo stilato una piccola guida, divisa per ambienti della casa, in cui suggeriamo la biancheria necessaria.

Camera da letto

La camera da letto è sempre stata la protagonista del corredo sposa, è l’ambiente per il quale vengono acquistati più prodotti. A differenza del passato, adesso si prediligono lenzuola di cotone magari a fantasia e non più in seta o in lino rigorosamente bianche.

Di seguito la lista della biancheria da letto necessaria:

  • Quattro paia di completi di lenzuola
  • Coperte di lana matrimoniali
  • Trapunta da letto invernale
  • Trapuntino da letto (da utilizzare in autunno e in primavera)
  • Due copriletto, da poter utilizzare sia d’estate direttamente sopra le lenzuola che nelle altre stagioni per coprire la trapunta o il trapuntino

Bagno

Anche nel bagno la parola d’ordine è praticità.

Ecco la biancheria di cui non si può fare a meno:

  • Otto asciugamani con ospite
  • Due accappatoi
  • Due teli bagno

Cucina

Anche in cucina la biancheria è importante e necessaria, di seguito la lista dei pezzi che possono comporre un corredo:

  • Quattro tovaglie da tutti i giorni, cioè tovaglie più pratiche e meno ‘pregiate’
  • Due tovaglie eleganti, da utilizzare nelle occasioni più importanti e possibilmente con tovaglioli abbinati
  • Quattro tovagliette per la colazione
  • Otto asciugapiatti (cioè gli strofinacci)
  • Quattro presine e due guanti da forno
  • Due grembiuli

Si è ben capito che i principi da seguire, per comporre un corredo matrimoniale, sono semplicità e praticità: le coppie moderne hanno meno tempo da dedicare alla casa e la biancheria per la camera da letto, per il bagno e per la cucina, deve essere bella ma facile da gestire. In alcuni corredi vengono anche inseriti i casalinghi, cioè servizi di piatti, posate, bicchieri e batteria di pentole; si tratta, ovviamente, di accessori molto utili per qualunque coppia di futuri sposi. Il consiglio che possiamo dare a tutte le mamme e le nonne di promessi sposi è quello di assecondare i gusti della coppia, in fondo sono loro che utilizzeranno il corredo!

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi era Nazim Hikmet: vita del grande poeta

La Cina estende il limite per le famiglia da due a tre figli

Leggi anche
Contents.media